Igles Corelli: un piatto stellato per i poveri della Caritas

Lo chef Igles Corelli alla Caritas di Cagliari
Lo chef Igles Corelli alla Caritas di Cagliari. (ANSA)

CAGLIARI. – Una giornata speciale alla mensa della Caritas di Cagliari con un pranzo stellato, gourmet e d’autore. Un’iniziativa che sposa gusto e impegno sociale. Ai fornelli lo chef Igles Corelli, ferrarese, 5 stelle Michelin, ha regalato agli ospiti, italiani e migranti, una ghiotta sorpresa.

Ciliegina sulla torta di un già ricco menù preparato da Franco, Giovanna e gli altri volontari del centro, con ampia scelta di primi, secondi e dolce, arriva il piatto forte: lasagnetta croccante con zabaione di cavolfiore, insaporita con il pecorino romano made in Sardegna e guanciale. Una pietanza che incontra l’Emilia Romagna e la Sardegna, servita in mini porzioni.

“Per crearla – spiega Corelli all’ANSA – ho utilizzato tutte le parti del cavolfiore, foglie e gambi compresi, per dare colore e sapore nello spirito del ‘non si butta niente'”.

Ideatore della cucina circolare, tra i maestri indiscussi della ristorazione italiana e volto noto di Gambero Rosso Channel, lo chef ferrarese è anche coordinatore del comitato scientifico di Gambero Rosso Academy. Il piatto di alta cucina proposto alla Caritas è stato realizzato con ingredienti poveri, all’insegna della tradizione e dell’attenzione ai prodotti locali. Per la sfoglia fatta a mano è stato utilizzato un antico grano sardo, il Trigu Arista Niedda, poi colorata con estratto di cavolfiore.

A mezzogiorno tutti a tavola. Come ogni giorno sono circa 400 i commensali. E le lasagne sardo-emiliane sono state una gradita sorpresa per tutti. “Per una mattina hanno messo da parte le loro storie di disagio sociale, economico, esistenziale. Perché il cibo, soprattutto quello di alta qualità, è un forte elemento di aggregazione sociale – sottolinea Vincenzo Frigo, giornalista esperto di food e da anni volontario della Caritas – E’ importante creare un ponte con l’esterno e regalare un momento di gioia a chi è stato meno fortunato”.

Il piatto è stato apprezzato da tutti. Corelli, grande innovatore della cucina è a Cagliari per firmare le nuove proposte gastronomiche del T-Hotel. “La lasagna è il cibo della festa in Emilia. Per questo ho puntato su questa ricetta rivista con l’utilizzo di prodotti locali – racconta lo chef – il cibo è un modo semplice e diretto per trasmettere amore alle persone. Volentieri metto la mia esperienza al servizio di una buona causa per far gustare a tante persone dei piatti che non possono permettersi. La maggior soddisfazione – confessa – è riuscire a dar gusto al palato degli avventori della Caritas”. Per lui vale la sesta stella Michelin.

(di Maria Grazia Marilotti/ANSA)