Pallavolo maschile: la Vinotinto si qualifica per Tokyo 2020

La nazionale venezuelana centra la sua seconda qualificazione per i gochi olimpici. foto cortesia

CARACAS – La Vinotinto dei cieli si é qualificata per i giochi olimpici di Tokyo 2020 dopo aver battuto per 3 – 0 il Perù, nella terza ed ultima giornata del preolimpico di Cile. Il pass per il torneo a cinque cerchi é arrivato anche grazie alla vittoria 3 – 2 dei padroni di casa contro la Colombia.

Nella sfida contro gli incas, il Venezuela si é aggiudicato la vittoria con i punteggi di 29 – 19, 25 – 16 e 25 – 16. Nella gara d’esordio i venezuelani hanno battuto per 3 – 1 i padroni di casa e nella seconda giornata sono stati superati per 3 – 2 dalla Colombia. Con questi risultati hanno chiuso in vetta alla classifica con 7 punti: Venezuela, Colombia e Cile, ma a favorire i creoli é stata la differenza punti.

La nazionale venezuelana centra la sua seconda qualificazione per i giochi olimpici. Il precedente risale all’edizione Pechino 2008 dove affrontarono Stati Uniti (sconfitta per 3 – 2), Cina (ko 3 – 2), Italia (sconfitta 3 – 0) e Giappone (vittoria per 3 – 0). La Vinotinto dei cieli chiuse il torneo al decimo posto. In questo 2020 affronterà: Giappone, Polonia, Italia, Iran e Canada.

“É stata una qualificazione sofferta! Grazie a Dio siamo riusciti a qualificarci. Dobbiamo lavorare sodo per continuare ad ottenere risultati importanti” ha dichiarato  fine gara José “Chema” Carrasco, capitano della nazionale.

Oltre a Carrasco, la Vinotinto é stata degnamente rappresentata sul parquet del “Gran Arena Monticello” di Santiago del Cile da: Gabriel Morales, Eliécer Canelo, Emerson Rodriguez, Keiler Hernández, Moises Vázquez, Diego Antúnez, Alejandro Arteaga, Leonard Colina, Michael Carrera, Luis Rivas, Jonathan Quijada e Robert Oramas. Il coach della nazionale é Ronald Sarti.

La Vinotinto dei cieli ingrossa la delegazione venezuelana nei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 dove già ci sono: Yulimar Rojas (salto triplo), Robeylis Peinado (salto con l’asta), Daniel Dhers (BMX), Orluis Aular (ciclismo) e Andrés Lage (vela). A questa delegazione sperano di aggiungersi pezzi da novanta come: Antonio Diaz (karate), Ruben Limardo (scherma) e la nazionale maschile di calcio.

(di Fioravante De Simone)