Paure e incertezze ma si viaggia lo stesso, +3,5%

Turismo: Presentata l'iniziativa "Andando a polenta" nelle Marche.
Turismo: Presentata l'iniziativa "Andando a polenta" nelle Marche. (ANSA)

MILANO. – Non sarà il coronavirus e neppure gli incerti scenari geopolitici a imbrigliare la voglia di viaggiare. Anzi, gli osservatori del settore, per quanto concerne il turismo mondiale, prevedono nel 2020 un aumento del 3,5% pari a 1,5 miliardi di arrivi. Si sposteranno quindi da una parte all’altra una buona parte degli abitanti del pianeta.

E se le cosiddette ‘economie’ avanzate’ confermano un incremento del 3,2% sul turismo globale, vere performance si registrano da parte del Sud-Est Asiatico (+7,2%), la Turchia (+13,8%) e dei paesi del Nord Africa (+9,3).

In Italia il turismo rappresenta l’attività produttiva ‘non strumentale più rilevante per l’Italia e registra un costante trend di crescita annuo’. L’ufficio studi ENIT certifica per il periodo Gennaio-Ottobre 2019 un aumento del 2,2% rispetto al 2018, con 84,4 milioni di viaggiatori internazionali, 361 milioni di pernottamenti (+4,4%) e una spesa turistica di quasi 40 miliardi di euro.

Nonostante le emergenze sanitarie e i timori di conflitti latenti, si apre quindi su dati positivi la 40/a edizione della Borsa Internazionale del Turismo di Milano, una delle principali manifestazioni del settore. Oltre 1.100 espositori da tutto il mondo (la Cina non c’è, ma sono 2 anni che non partecipa), il ritorno, dopo un’assenza di alcuni anni, dell’Andalusia, del Brasile e dell’Egitto, diverse new entry straniere tra cui lo stato indiano del Kerala, Sarajevo e l’Ucraina, Bit 2020 (FieraMilanoCity, 9/11 febbraio) conferma le peculiarità che la contraddistinguono, come la formula multitarget, e il suo ruolo di ‘indicatore’ della salute del settore e dei nuovi trend.

Per l’Italia sono presenti quasi tutte le regioni (ritorna dopo un paio di anni il Piemonte), ma anche i singoli territori (da Favignana a Erice) hanno deciso di enfatizzare la loro visibilità con una partecipazione diretta. Proprio ampliando la sua offerta l’Italia spera di risalire a livello di incoming la classifica che secondo Eurostat, ha portato il nostro paese a perdere un posto, scendendo al quarto dopo Spagna, Francia e Germania.

Ma sono aumentati i pernottamenti rispetto al 2018 (da 429 milioni a 433 milioni ,+0,9%) a dimostrazione che il turista è interessato a fermarsi più giorni. Durante i tre giorni di manifestazione (solo il primo è aperto al pubblico) il settore del turismo viene analizzato in tutti i suoi aspetti, fornendo un test di mercato, come ha detto Simona Greco, direttore manifestazioni di Fiera Milano, il più dettagliato possibile.

Dal turismo green fino a quello Lgbt che da Bit lancerà la 47/a edizione dell’International Gay&LesbianTravel Association (a Milano, 6/9 maggio), con attenzione al nuovo modo di programmare le vacanze e cercare mete e svaghi. Gli operatori non hanno dubbi: per i turisti del terzo millennio, soprattutto tra le nuove generazioni il vero lusso è garantirsi viaggi sempre più personalizzati, ecofriendly e esperenziali.

(di Marisa Alagia/ANSA)