Comites Madrid, il presidente annuncia le dimissioni

MADRID – Le voci di corridoio hanno avuto conferma. Nonostante l’elezione dei Comites sia stata rinviata al prossimo anno, il presidente di quello di Madrid, Pietro Mariani, presenterà le dimissioni una volta concluso il mandato. Ovvero, il prossimo 9 maggio. Lo ha assicurato lo stesso presidente Mariani nel corso dell’Assemblea Plenaria del Comites, svoltasi presso la sede della Società Italiana di Beneficenza. Quindi, salvo improbabili ripensamenti, a maggio il Comites di Madrid dovrà eleggere un nuovo presidente.

Pietro Mariani, presidente del Comites di Madrid

 

– Nutro dubbi sulla data delle prossime elezioni per il rinnovo dei Comites – ha spiegato Mariani -. Sono stato eletto nel 2004. Sono 16 anni. Non considero che sia giusto continuare. Il 9 maggio lascerò la presidenza del Comites. Proseguirò il mio impegno nelle vesti di semplice Consigliere.

L’Assemblea Plenaria si è aperta dopo aver verificato il quorum e in presenza della Cancelliere Consolare di Madrid, Cristiana Cuneo.

Questi i punti all’ordine del giorno:

1) Lettura e approvazione verbale assemblea plenaria del 29 ottobre 2019;

2) Lettura e approvazione dei Bilanci Consultivi Cap. 3103 e Cap. 3206 anno 2019;

3) Proposte e definizione di date, luogo e contenuti per la celebrazione della giornata/dibattito con le associazioni della circoscrizione Consolare di Madrid nella primavera 2020;

4) Consuntivo evento a Tenerife, 30 gennaio, con Sottosegretario Merlo su apertura Agenzia Consolare;

5) Rinvio elezioni Comites 2021. Comunicazione del Presidente Mariani;

6) Varie ed eventuali.

L’assemblea, nel corso della quale sono stati approvati tutti i punti all’ordine del giorno non è stata esente da alcuni contrasti.  Ad accendere la polemica è stato prima il consigliere Saverio Ruggeri per il quale il verbale dell’assemblea precedente era impreciso. Chiedeva fossero aggiunte alcune presunte affermazioni del presidente Mariani riguardanti la poca trasparenza del servizio di informazione e richiesta appuntamenti telefonici a pagamento 807. La richiesta del consigliere non è stata accolta dalla maggioranza. Il presidente ha smentito energicamente e il resto dei presenti ha ritenuto che il verbale riflettesse quanto accaduto nella Plenaria precedente, quella del 29 ottobre dello scorso anno.

Dopo l’approvazione dei Bilanci Consultivi, di nuovo si sono verificati alcuni contrasti, questa volta alimentati dal membro del Cgie, Giuseppe Stabile. il Consigliere riteneva che il presidente del Comites si sarebbe arrogato il merito dell’apertura dell’Ufficio Consolare di Prima Categoria nelle Isole Canarie, nell’illustrare quanto avvenuto a Tenerife durante la visita del sottosegretario agli Esteri, Ricardo Merlo, e del Direttore Generale degli Italiani all’Estero della Farnesina, Luigi Maria Vignali, e nell’esprimere la propria soddisfazione per la decisione della Farnesina. Immediata la risposta del presidente del Comites che ha precisato che l’apertura nelle Isole Canarie dell’Ufficio Consolare di Prima Categoria era il frutto di un lavoro di squadra realizzato dall’Ambasciata, in primis, dal Comites, dal Cgie e da tutte le istituzioni italiane in Spagna. L’Ufficio Consolare, che probabilmente sarà aperto ad Arona, risponde all’esigenza di rafforzare i servizi consolari periferici nella penisola iberica.

La riunione del Comites si è conclusa dopo l’analisi e approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno.

Redazione Madrid