IIC-Praga, due appuntamenti da non perdere

PRAGA – Due appuntamenti ai quali non mancare. Martedí 18 febbraio, presso l’Istituto Italiano di Cultura, sarà inaugurata la mostra di Tiziano Marasco “Di cieli e Città”. Quella che sarà esposta al primo piano dell’IIC è una selezione delle opere nelle quali l’artista, focalizza la propria attenzione sulle componenti del paesaggio urbano. La produzione di Marasco si concentra maggiormente sulla pittura acrilica e sui pastelli ad olio, con un approccio libero e sperimentale (dal 2011 dipinge solo su sfondo nero) volto alla ricerca di un proprio stile e di uno spazio di espressione incontrollato e spontaneo, al di fuori di mode o tendenze.

Tiziano Marasco, nato nel 1985, è un artista italiano che vive a Praga dal 2010. Ha iniziato a dipingere da autodidatta nel 2004. Poi ha seguito corsi presso l’Accademia di Venezia per circa 6 anni. È qui dove ha imparato la pittura ad olio. Il passaggio all’acrilico è stato parte della sua evoluzione artistica avvenuta dopo essersi trasferito alla Repubblica Ceca.

Accompagnati dalla Bon Art Pops Orchestra, 11 giovani (8 della Repubblica Ceca e 3 della Slovacchia) gareggeranno tra loro nella speranza di essere selezionati dalla giuria, composta da alcuni tra i più noti cantanti e artisti cechi, per competere alla finale mondiale della “XI Edizione del concorso Sanremo”, uno dei più prestigiosi per solisti dai 6 ai 15 anni. I due vincitori, quindi, si recheranno in Italia.

Il concorso “Sanremo Junior CZ/SK 2020” è organizzato dalla Moonlight Production, s. r. l. & Bon Art Music, SE, ed è patrocinato dall’Istituto Italiano di Cultura di Praga.

Redazione Madrid