Karate, Antonio Díaz: “Sono fiducioso, sarò presente a Tokio 2020”

CARACAS – A Tokyo 2020 il karate farà il suo debutto in una olimpiade, tra i protagonisti sul tatami ci sarà il venezuelano Antonio Díaz. Un personaggio che da diversi anni tiene in alto il vessillo della terra di Bolívar grazie alle sue prestazioni. Il torneo nella terra del sol levante potrebbe servire per chiudere in bellezza la sua prestigiosa carriera.

Nel palmares di Díaz spiccano tutte le medaglie possibili: da mondiali a giochi panamericani. Il venezuelano può vantare il primato di essere l’unico karateka che sia salito sul podio in otto campionati del mondo in maniera consecutiva. L’unico cimelio che gli manda é una medaglia ai giochi olimpici.

La possibilità di accedere alle Olimpiadi sarà data a tutti i karateka del mondo. Verranno scelti i migliori dieci di ogni categoria in base ad un ranking mondiale che terrà conto dei mondiali ed europei (panamericani, asiatici, africani) e di alcune gare che permetteranno di guadagnare punti ranking (probabilmente le premier league o apposite gare).

“Siamo vicini alla data di chiusura delle qualificazioni. Il karate avrá dieci posti per categoria e quattro per ranking. Restano soltanto tre tappe da disputare: il prossimo fine settimana a Dubai, 15 giorni dopo a Salisburgo e poi la tappa di Rabat, in Marocco”.

Alle Olimpiadi dovrebbero esserci un atleta giapponese per categoria, un atleta con “wild card” (ovvero scelto tra le nazioni che non hanno guadagnato la qualificazione) e otto atleti qualificati per categoria con il ranking.

“Attualmente sono al sesto posto nel ranking, ma davanti a me ci sono tre giapponesi, questo fa si che io sia terzo. Ho un ampio vantaggio sui miei inseguitori! Questo mi da mi chance di ottenere uno dei biglietti per Tokyo”.

Nei giochi olimpici il Karate svolgerà la propria competizione presso il Budokan di Tokyo in due giornate.

Ci saranno il Kata individuale e il Kumite. Per il Kata una sola categoria maschile ed una femminile, per il Kumite le categorie di peso saranno tre maschili (67 kg, 75 Kg e +75 Kg) e tre femminili (55 Kg, 61 Kg, +61 Kg). Gli atleti che parteciperanno saranno in tutto ottanta divisi 50% uomini e 50% donne.

(di Fioravante De Simone)