A due donne il Pritzker, Nobel dell’architettura

Le architette irlandese Yvonne Farrell e Shelley McNamara.
Le architette irlandese Yvonne Farrell e Shelley McNamara. EPA/IVAN AGUINAGA

NEW YORK. – Nel mondo dell’architettura non c’è premio più’ prestigioso del Pritzker: quest’anno il riconoscimento considerato il Nobel per un architetto è andato a due donne, Yvonne Farrell e Shelley McNamara, le fondatrici dello studio Grafton di Dublino.

Nel corso di una carriera pluridecennnale Farrell e McNamara hanno disegnato edifici iconici come la Scuola di Economia della Bocconi di Milano (la loro prima commessa internazionale) e nel 2018 hanno curato la Biennale di Architettura di Venezia all’insegna “della generosità di spirito e il senso di umanità che l’architettura colloca al centro della propria agenda, concentrando l’attenzione sulla qualità stessa dello spazio”.

Il premio viene assegnato dal 1979 dalla Fondazione Pritzker di Chicago: andò per la prima volta a Philip Johnson e poi tra gli altri, a Frank Gehry, Norman Foster, Rem Koolhaas, Robert Venturi, e, l’anno scorso, ad Arata Isozaki, l’ottavo giapponese. Due italiani hanno vinto un Pritzker, Aldo Rossi e Renzo.

Solo altre tre donne però hanno vinto un Pritzker in passato, a dimostrazione di uno sbilanciamento ai livelli piu alti della professione: Zaha Hadid nel 2004, Kazuyo Sejima nel 2010 (con Ryue Nishizawa) e Carme Pigem nel 2017 (con Ramón Vilalta e Rafael Aranda).

Quest’anno, nella motivazione, la giuria composta da architetti e professori e presieduta dall’ex giudice della Corte Suprema Stepher Breyer, ha ammesso che il mondo dell’architettura resta tuttora “dominato da maschi”.

Note per i loro robusti edifici in cemento e pietra, Farrell e McNamara hanno costruito soprattutto in Irlanda da quando nel 1978 hanno fondato lo studio Grafton: tra le loro opere, il nuovo Ministero delle Finanze a Dublino e il Solstice Arts Center nella vicina città di Navan. Grafton Architects sono famose soprattutto per scuole e università: fu proprio il design del campus della Bocconi, nominato Edificio Mondiale dell’Anno al Festival dell’Architettura di Barcellona, che fece guadagnare a Farrell e McNamara notorietà internazionale.

Altri edifici progettati per istituzioni accademiche sono all’University College di Dublino, la Scuola di Economia di Tolosa, la London School of Economics e il campus della scuola di ingegneria e tecnologia di Lima in Perù, per il quale le due architette hanno vinto nel 2016 il RIBA International Prize.

(di Alessandra Baldini/ANSA)