Ippica, la venezuelana Flor Isava festeggia 99 anni

La venezuela é stata la prima donna nel seno del Comitato Olimpico Internazionale. cortesia

CARACAS – Sportiva, giornalista, scrittrice, prima donna nell’Organigramma del Comitato Olimpico Internazionale, sono solo alcuni dei modi in cui possiamo definire a Flor Isava, nota anche come “la Dama Olímpica”.

Isava, nata il 20 maggio 1921 a Caracas, é stata sempre vincolata al mondo dello sport. I suoi genitori, Rafael Isava Nuñez e Dolores Fonseca, emigrarono in Europa. E così la sua adolescenza l’ha trascorsa tra Belgio ed Inghilterra dove non solo ha studiato ma anche praticato sport come hockey ed ippica. Poi nel 1939, rientra in patria.

“Mia madre (Dolores, n.d.r.) quando dovevamo rientrare in Venezuela e abituarmi nuovamente a Caracas, mi regaló un cavallo. Per questo motivo posso dire che sono una donna di due periodi. Ero un’adolescente di 17 anni nell’antica Caracas, con i cavalli ed i muli attaccati ai pali. Nel rione El Country, c’era un bell’ambiente. Ho iniziato a montare i cavalli. I miei amici giocavano a tennis e mi hanno spinto a praticare anche questo sport. Lí é nata la voglia di mettermi in mostra: mi piaceva vincere e lavoravo sodo per questo” spiega Flor Isava in un’intervista all’Universal.

Ma la giovane Isava alternava le sue forze nella pratica di ippica, nuoto e tennis. In quest’ultimo ha vinto l’argento nei Juegos Centroamericanos y del Caribe del 1946 a Barranquilla.

Nel 1947, é tra i fondatori della Federación Venezolana de Deportes Ecuestres (FVDE). La sua carriera come amazzone s’interrompe a causa di un incidente domestico che poi gli impedirá di continuare a livello professionale.

Nonostante l’incidente la sua voglia di mettersi in mostra era tale che nel 1969 inizia a praticare golf. Sui diversi Green, Isava mostra la sua passione e porta a casa diversi successi a livello nazionale.

Tra il 1953 ed il 1970, quando si era già ritirata come sportiva attiva, assume la presidenza della FVDE ed entra nella direttiva della Confederación Ecuestre Regional Americana. Dal 1964 é membro del Comité Olímpico Venezolano e nel 1971 é stata una delle prime ad entrare nella Hall of Fame dello sport venezuelano. É stata anche vicepresidente della Croce Rossa Venezuelana.

La ciliegina sulla torta di questa prestigiosa carriera é che Flor Isava diventa la prima donna, insieme alla finlandese Pirjo Haeggmann, ad entrare nella giunta direttiva del Comitato Olimpico Internazionale. Oggi, la “Dama del olimpismo” spegne 99 candeline: Buon compleanno signora Flor!

(di Fioravante De Simone)