Con la quarantena i sex party a Mosca adesso si fanno su Zoom

Cittadini con mascherine passeggiano nella Piazza Rossa di Mosca.
Cittadini con mascherine passeggiano nella Piazza Rossa di Mosca. (ANSA/EPA)

MOSCA. - Il coronavirus ha proiettato le vite di ognuno di noi online, sia per fare la spesa che per lavoro o studio, confondendo ancor più i confini fra reale e virtuale.

C'è però chi ha portato questo trend all'estremo. Come “Kinky Russia”, associazione ultra-libertina famosa per organizzare a Mosca party sessuali a tema (avete presente “Eyes Wide Shut”? ecco). Con l'arrivo del lockdown il gruppo ha deciso di spostare gli eventi in rete, grazie a Zoom. E i numeri sono letteralmente esplosi.

"Prima che iniziasse la quarantena c'era in programma una festa, così abbiamo deciso di . . .

Questo articolo è riservato agli utenti abbonati.
Abbonati se vuoi leggerlo, oppure fai il login se sei già abbonato.