“Sotto le stelle in Piazza Grande”, momento d’incontro tra Italia e Spagna

“Sotto le stelle in Piazza Grande”, uno spazio virtuale con diversi momenti d’incontro
“Sotto le stelle in Piazza Grande”, uno spazio virtuale con diversi momenti d’incontro

BARCELLONA – “Sotto le stelle in Piazza Grande”, è uno spazio virtuale con diversi momenti d’incontro. L’evento culturale, che si terrà lunedì 29 giugno, è organizzato dal nostro Consolato Generale a Barcellona, in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana a Barcellona e Casa Seat. L’obiettivo è raccogliere fondi per la ricerca dedicata all’emergenza Covid-19; fondi che andranno all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

Gaia Danese, Console Generale d’Italia a Barcellona spiega che “l’obiettivo è creare un ponte virtuale che, a partire dalle città, dai cittadini e dalla cultura, ristabilisca i legami sociali, politici e culturali spezzati dal trauma collettivo che abbiamo vissuto ed in particolare dal distanziamento fisico tra due paesi quali la Spagna e l’Italia le cui società sono profondamente integrate”.

Dal canto suo, Federica Falzetta, Segretaria Generale della Camera di Commercio Italiana a Barcellona, precisa:

– In questo momento dovremo riflettere su nuovi modi di appoggiarci e collaborare. In una situazione che ci ha costretti a chiudere porte e confini, abbiamo la possibilità di “aprirci” a nuovi modi di pensare e agire, per costruire relazioni forti che ci permettano di guardare al futuro con fiducia e positività.

Tante cose in comune

Non solo storia e vicinanza geografica. Ciò che unisce Italia e Spagna, e le loro città, va molto più in la. È l’intreccio tra due società che si riconoscono attraverso il viavai dei loro cittadini e, quindi, di un flusso culturale mai interrotto.

Il programma di questo evento, parte del progetto “ITmakES”, vuole essere un’occasione per riattivare le relazioni tra i due paesi e creare un ponte virtuale a partire dalle città attraverso le persone e le piazze, progettate come agorà e luogo di incontro, in cui il cittadino deve potersi esprimere in senso sociale, politico e culturale.

Anche in questa occasione, la gastronomia sarà la grande protagonista. In effetti, nel corso dell’evento culturale, fissato per il 29 giugno, gli interessati potranno assistere allo Showcooking online presentato da Daniele Rossi di Rasoterra e SlowFood con la partecipazione dei ristoranti Xemei e Cucine Mandarosso.

SlowFood, vale la pena sottolinearlo, è il movimento gastronomico nato in Italia nel 1986, grazie a un’iniziativa di Carlo Petrini. È presente oggi anche in Catalogna. È stato proprio questo movimento a trasformare Barcellona nella Capitale della Gastronomia Sostenibile nel 2021.

Nell’ambito del progetto “True Italian Taste”, promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiana, lo showcooking sarà un’occasione per conoscere i legami che uniscono il patrimonio culinario italiano e la gastronomia di Spagna e Catalogna. Sono queste espressioni di un comune denominatore che è il Mediterraneo con i suoi prodotti autentici e di qualità. La cucina diventa, ancora una volta, un ponte tra persone, territori e tradizioni.

Tavola Rotonda a Casa Seat

Presso Casa Seat, poi, si svolgerà una tavola rotonda che vuole essere una esortazione alla riflessione sul ruolo delle città e dei loro abitanti. Invitati a partecipare al dibattito, insieme alla Console Generale Gaia Danese, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e la Sindaca di Barcellona, Ada Colau.

Inoltre, il pubblico potrà approfondire argomenti come l’innovazione digitale, il cinema, il teatro e la letteratura grazie ad una serie di brevi interviste con Francesca Bria (presidente del Fondo Italiano per l’Innovazione), Alfredo Rodolfi (ristorante Bacaro Barcelona), Mario Trimarchi (designer ), Andrea Occhipinti (presidente distribuzione cinematografica indipendente Lucky Red) e Benedetta Tagliabue (architetta e direttrice della Fundació Enric Miralles), che saranno accompagnate dagli interventi dell’artista della luce Domenico Pellegrino e del fumettista Claudio Stassi.

Durante l’evento, saranno proiettati brevi saluti di diversi professionisti, istituzioni e festival che hanno mostrato una particolare sensibilità nei confronti delle relazioni culturali e artistiche tra l’Italia e la Spagna e in particolare tra il nostro paese, Barcellona e la Catalogna.

“Sotto le stelle in Piazza Grande” si chiuderà con performances dal vivo di musicisti e artisti contemporanei italiani, Francesco Tristano, Chano Domínguez e Costanza Francavilla di Barcellona, Tosca, Niccolò Fabi, Bandabardò e Maria Pia de Vito di Roma. E’ importante menzionare, per il suo valore speciale in questo contesto, la personale interpretazione di Tosca e Silvia Pérez Cruz di “Piazza Grande”, la canzone di Lucio Dalla accompagnata da un video creato e dipinto a mano dal ‘live painter’ Andrea Spinelli.

L’evento si svolgerà con un formato misto online e presenziale e sarà visibile sul canale YouTube di Casa Seat, partner che ospita l’evento: https://youtu.be/caja0GJsomE

“Sotto le stelle in Piazza Grande”, il programma:

18:30 – 19:30 – Showcooking online da Cucine Mandarosso con la partecipazione dei ristoranti Xemei e Cucine Mandarosso, presentato da Daniele Rossi (Rasoterra / SlowFood).

20:00 – 21:00: Talks “La città ed i cittadini protagonisti delle relazioni tra Italia e Spagna.” Partecipano Gaia Danese, Console Generale d’Italia a Barcellona; Ada Colau, Sindaca di Barcellona e Giuseppe Sala, Sindaco di Milano (in collegamento da Milano). Modera Steven Forti, storico e giornalista. Il dibattito si svolgerà in diretta da CASA SEAT.

21:30 – 22:30: Musica live con Francesco Tristano, Chano Domínguez e Costanza Francavilla da Barcellona, Tosca, Niccolò Fabi, Bandabardò e Maria Pia de Vito da Roma.

Durante la serata saranno trasmesse interviste a personalità di rilievo per il dialogo tra Italia e Spagna nel settore delle industrie culturali e creative. Ci saranno inoltre live performances degli artisti italiani Claudio Stassi (in collegamento da Barcellona) e Domenico Pellegrino (in collegamento da Palermo).

Redazione Madrid