Amarcord: tredici anni fa Venezuela ospitava la Coppa America

Nel 2007, il Venezuela ospitó il torneo piú antico del mondo.

CARACAS – Un giorno come oggi di 13 anni fa, con la gara Venezuela-Bolivia, si alzó il sipario della Coppa America 2007. Il torneo di calcio più antico del mondo era per la prima volta ospitato nella terra di Bolívar con il nuovo format. In precedenza il Venezuela aveva ospitato alcune gare quando il torneo si disputava con sedi alterne.

Le sedi che hanno fatto da cornice alla manifestazione continentale sono state nove (6 stadi rimodellati e 3 nuovi). Il Pachecho Romero, Pueblo Nuevo, l’Olimpico della UCV, La Carolina, il José Antonio Anzoátegui e Cachamay sono stati sottoposti ad un makeup per ospitare il prestigioso evento. Mentre nelle città di Barquisimeto, Maturín e Mérida sono stati costruiti stadi nuovi di zecca come il Metropolitano di Cabudare, il Monumental ed il Metropolitano di Mérida.

La distribuzione delle gare avvenne nella seguente maniera: 5 a Maracaibo, 4 a Pueblo Nuevo, 3 a Maturín, Puerto Ordaz, Mérida, Lara e Puerto La Cruz. Infine Barinas e Monagas ospitarono una gara ciascuno.

Nove città del Venezuela ospitarono la Coppa America 2007.

I paesi che parteciparono alla manifestazione sono stati 10 della Conmebol e due della ConcaCaf, distribuiti in tre gruppi di quattro squadre. Nel primo raggruppamento c’erano: Bolivia, Peru, Uruguay e Venezuela. Mentre nel B si sono sfidati Brasile, Cile, Ecuador e Messico. Infine nel girone C, c’erano: Argentina, Colombia, Paraguay e Stati Uniti.

Durante 21 giorni, in 26 partite, i tifosi venezuelani hanno potuto ammirare dal vivo le genialità di Roque Santa Cruz, Salvador Cabañas, Lionel Messi, Robinho, Hermán Crespo, Carlos Tevez, Dani Alves e tanti altri campioni del mondo della palla a chiazze.

In quella edizione della Coppa America, per la prima volta nella sua storia la Vinotinto, allora guidata dal commissario tecnico Richard Páez, riuscì a superare la fase a gironi. Quella volta, la nazionale venezuelana chiuse al primo posto nel suo raggruppamento con 5 punti lasciandosi alle spalle Perù ed Uruguay con 4 ed il fanalino di coda Bolivia con 2. I denominati ‘lanceros di Páez’ si arresero ai quarti sotto i colpi dell’Uruguay. La Coppa alla fine fu vinta dal Brasile che sconfisse per 3-0 in finale l’Argentina.

(di Fioravante De Simone)