Calcio: ko anche Bologna, Sassuolo non si ferma più

Domenico Berardi esulta.

BOLOGNA. – Una notte all’ottavo posto solitario, all’inseguimento di un posto in Europa. Aspettando Verona-Inter, è con questo obiettivo che si fronteggiavano Bologna e Sassuolo al Dall’Ara, in un derby dal sapore di scontro diretto che metteva in palio il ruolo di inseguitrice al settimo posto.  Speranza alimentata dal successo del Napoli a Genova.

A cogliere l’occasione, è il Sassuolo di De Zerbi, che si conferma macchina da gol senza pari e tra le squadre più in palla del momento. A prescindere dagli interpreti. Interpreti di classe, come Berardi, che al minuto 41′ sterza, manda fuori giri Tomiyasu e di destro, da distanza ravvicinata, batte l’incolpevole Skorupski, e Haraslin, che non fa rimpiangere Boga.

Per il Bologna, questa volta la reazione arriva tardi e il quarto gol consecutivo di Barrow non basta.

Al Dall’Ara erano attesi gol e spettacolo. A suggerirlo, il quinto miglior attacco della serie A, quello neroverde e un Bologna a trazione anteriore firmato Mihajlovic, che incassa reti consecutivamente da 25 gare, reduce dall’impresa di San Siro con l’Inter.

Il tecnico rossoblù cambia quattro pedine rispetto all’ultima gara, ritrovando Medel in mediana, inserendo Svanberg per lo squalificato Soriano, puntando su Palacio (fuori Sansone) davanti e Bani in difesa, dove viene concesso un turno di riposo a Danilo.

Novità anche per De Zerbi, che cambia 6 elementi rispetto alla vittoria sul Lecce, puntando su forze fresche, stravolgendo il reparto arretrato con l’inserimento tra i titolari di Chiriches, Peluso e Rogerio), e la trequarti con Defrel e Haraslin, rinunciando a sorpresa all’ìspiratissimo Boga.

La mossa funziona. Il Bologna sfiora con Palacio (incrocio dei pali colpito) il gol al 2′ e Chiriches è costretto a salvare a due passi dalla línea su Bani, dopo un corner di Barrow. Ma sono i neroverdi a fare la partita, con i rossoblù che faticano a passare la metà campo. La banda di De Zerbi spinte, sfiora a più riprese il gol con Defrel, Berardi e Caputo e passa con Berardi.

Barrow prova a riacciuffare gli ospiti con un’azione personale in pieno recupero, ma il Bologna deve ringraziare Skorupski e la sua parata su Caputo, che tiene vivo il match prima dell’intervallo.

Ma il colpo del ko è solo rimandato. Del Bologna di San Siro c’è poco o nulla e all’undicesimo della ripresa Defrel scende e tira, Skorupski ci mette l’ennesima pezza, ma sulla respinta Haraslin non perdona: 2-0 e match indirizzato, perché il 2-1 di Barrow arriva con un episodio estomparaneo in pieno recupero: troppo tardi.

Bologna rimandato all’ennesimo esame di maturità casalingo e addio sogni d’Europa, Sassuolo promosso: la rincorsa al settimo posto continua.