Vecchi (PD): “Nuove misure a favore degli italiani all’estero”

Luciano Vecchi: "Nel “Decreto Rilancio”, un pacchetto di provvedimenti per gli italiani all’estero".

ROMA – Ora anche gli italiani all’estero potranno ristrutturare la propria casa in Italia a costo zero grazie all’ecobonus. Grazie ad una iniziativa del Partito Democratico, la Camera dei Deputati ha approvato, nell’ambito del “Decreto Rilancio”, un pacchetto di provvedimenti che riguardano gli italiani residenti all’estero.

– In un momento di grande difficoltà economica e sociale, grazie alle nostre proposte, ai nostri emendamenti e ai nostri Atti di Indirizzo – ha sottolineato Luciano Vecchi, Responsabile del PD per gli Italiani all’Estero – è stata data risposta alle sollecitazioni che, tra l’altro, sono venute dalle Comunità, dalle Associazioni e dagli Organismi di rappresentanza degli italiani all’estero.

Ha spiegato che “con le modifiche all’articolo 119 del Decreto Rilancio, relativo ai bonus fiscali per le ristrutturazioni edilizie e l’efficienza energetica e sismica delle abitazioni, si estendono, di fatto, a tutte le abitazioni, anche diverse dalla ‘prima casa’, i benefici fiscali”. –  E così – ha aggiunto – potranno beneficiare delle agevolazioni anche i cittadini italiani residenti all’estero che possiedono una abitazione nel nostro Paese. Con tali interventi – ha proseguito – si potrà migliorare il patrimonio edilizio dei nostri connazionali, per lo più ubicato nel Mezzogiorno e nelle aree interne.

Inoltre, ora anche i nostri connazionali, in condizione di necessità, rientrati dall’estero, potranno beneficiare del nuovo “Reddito di Emergenza” alle stesse condizioni dei già residenti in Italia.

– È stata poi accolta, anche se parzialmente – precisa Vecchi -, la nostra richiesta di ulteriore finanziamento del Fondo per l’assistenza agli italiani all’estero in condizioni di indigenza, portandolo complessivamente, per il 2020, a 12 milioni di euro, così come sono stati stanziati 6 milioni di euro per i lavoratori transfrontalieri rimasti senza occupazione.

Per l’esponente del Partito Democratico, sono risultati che “rappresentano un sostegno concreto ai nostri concittadini all’estero e che mostrano il convinto impegno del PD, della sua rete di circoli nel Mondo e dei suoi parlamentari, per la tutela e la valorizzazione delle Comunità italiane”.