Compleanno speciale per Renato Pozzetto

Renato Pozzetto in un'intervista rilasciata ad Emilio Buttaro
Renato Pozzetto in un'intervista rilasciata ad Emilio Buttaro.

Qualche anno fa ho avuto modo di conoscere e intervistare Renato Pozzetto. E’ stata un’esperienza divertente ed emozionante. Sono cresciuto negli anni ’70 e ’80 guardando i suoi film, su tutti “Il ragazzo di campagna” pellicola che ha davvero segnato un’epoca.

In effetti Renato da più di mezzo secolo è stato capace di far divertire diverse generazioni. Protagonista assoluto al cinema con più di 60 film ha fatto coppia con grandi interpreti della commedia all’italiana da Paolo Villaggio a Carlo Verdone, da Enrico Montesano ad Adriano Celentano e Christian De Sica.

Il sodalizio con Cochi ha segnato la storia della televisione italiana rivoluzionando spettacoli come “Quelli della domenica”, ”Il poeta e il contadino”, “Canzonissima”. Senza dimenticare che rappresenta uno dei padri del cabaret, grazie ad un umorismo intelligente e ad una comicità tutta nuova capace di lasciare il segno. Ha vissuto da protagonista gli anni più belli del cabaret milanese al fianco di nomi illustri come Dario Fo, Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Lino Toffolo e Bruno Lauzi

Oggi nel giorno del suo ottantesimo compleanno le principali reti televisive italiane gli rendono omaggio con programmazioni dei momenti più significativi della sua carriera televisiva e cinematografica e addirittura una tv dedica uno speciale di 4 giorni.

Cabarettista, attore, comico, cantante, regista, sceneggiatore, doppiatore ma lui come si definirebbe? “Io sono un saltimbanco”, mi disse nell’intervista di qualche anno fa “perché se nasci saltimbanco rimane tale, qualsiasi mestiere tu faccia”. E in una ricorrenza così speciale per il mitico Renato, oggi sarà davvero un giorno di festa.

Emilio Buttaro