Potranno tornare in Patria venezuelani bloccati a Madrid

MADRID – Autorizzato un volo Madrid-Caracas per permettere il ritorno in Patria dei venezuelani bloccati a Madrid. Il governo del presidente Nicolás Maduro ha finalmente deciso di concedere al vettore spagnolo, Plus Ultra, l’autorizzazione di un volo Madrid-Caracas, programmato per il 28 luglio. Così sono finalmente soddisfatte le richieste di centinaia di cittadini venezuelani che, dall’inizio della pandemia e con la chiusura dello spazio aereo, sono stati costretti a restare in Spagna, in condizioni precarie.

Il governo venezuelano ha posto condizioni ben precise al ritorno dei suoi cittadini. In primo luogo, essersi registrati nei Consolati Generali di Madrid, Barcellona, Vigo, Tenerife o Bilbao prima del 14 luglio. Inoltre, per poter accedere al volo, i passeggeri dovranno presentare la prova PCR negativa, realizzata almeno 48 ore prima dell’imbarco. Il risultato della prova PCR, da presentare al momento di salire a bordo dell’aereo, dovrà essere inviato al seguente indirizzo elettronico movilidadturistas2020@gmail.com. Non è tutto.

I passeggeri dovranno anche compilare, in formato digitale, il formulario di controllo epidemiologico. I venezuelani con il passaporto scaduto, invece, dovranno fare richiesta presso uno dei Consolati Generali in Spagna della “Carta de Viaje”, dopo aver contattato le autorità attraverso i seguenti indirizzi elettronici:

  • Madrid: retorno@consuladodevenezuelaenmadrid.com
  • Bilbao: consulrbvzla2050@gmail.com
  • Barcelona: contacto@consuladobarcelona.gob.ve
  • Vigo: consuladodevenezuelaenvigo@gmail.com
  • Tenerife: canarias@mppre.gob.ve

I biglietti aerei potranno essere acquistati solo attraverso la agenzia di viaggi Summerwind, che li venderà alle condizioni stabilite da “Plus Ultra”.

Si stima che i venezuelani bloccati in Spagna siano oltre 700.

Redazione Madrid