Baseball, Vitico Davalillo: 81 stagioni e non sentirle

Davalillo festeggia i suoi 81 anni. foto cortesia

CARACAS – Nella “pelota” venezuelana sono tanti i personaggi e cognomi che hanno lasciato il segno per le loro imprese con il guantone e la mazza. Uno di questi mostri sacri é Vitico Davalillo.

Nella terra di Bolívar, il cognome Davalillo é sinonimo di baseball, in questa famiglia dello stato Zulia sono tanti i “peloteros” diventati famosi.

In carriera Vitico ha vinto quattro titoli come miglior battitore della Liga Venezolana de Baseball Profesional. In varie stagioni ha vinto questa sorta di classifica cannonieri: 1962-63 (.400), 1963-64 (.351), 1967-68 (.395) e 1970-71 (.379), tutte con la maglia dei Leones del Caracas.

Davalillo é stato uno dei migliori giocatori venezuelani, in 30 stagioni disputate ha messo a segno 1.505 hits ed ha lasciato una media battuta di 325. Nella “pelota creola” ha difeso le maglie di Leones del Caracas, Industriales de Valencia, Tiburones de La Guaira, Llaneros de Portuguesa (meglio noti come TibuLeones) e Tigres de Aragua.

Grazie alle sue imprese nel torneo locale, lo stadio di Cabimas porta il suo nome. Ha giocato durante 16 anni anche nella MLB. Secondo gli esperti in materia é il miglior pelotero venezuelano di tutti i tempi.

In carriera ha mostrato il suo talento in Messico, negli USA ed in Venezuela. Nel campionato a stelle e strisce ha difeso le maglie di Cleveland Indians (1963-67), California Angels (1969), Saint Louis Cardinals (1969-70), Pittsburgh Pirates (1971-72), Oakland Athletics (1973-74) e Los Angeles Dodgers (1977-80).

Nel 1964 é stato il primo esterno venezuelano a partecipare ad un All Star Game. Nel 1965 é diventato il primo venezuelano a raggiungere una media battuta di 301 in Major.

In MLB ha lasciato una media battuta di 279, a questo si aggiungono le quattro presenze alle World Series con le maglie di Pittsburgh (1971), Oakland (1973) e Los Ángeles (1977-78). Ha vinto lo scudetto con i Pirates e gli Athletics.

Per tutti questi numeri da professionista: buon compleanno campione!

(di Fioravante De Simone)