Comites di Parigi, l’Italia del Pére-Lachaise divento un fumetto

Comites di Parigi,una nuova iniziativa

PARIGI – Dal Comites di Parigi un fumetto. L’obiettivo, far conoscere ai giovanissimi, attraverso le immagini, la storia di illustri “italiani di Francia e francesi d’Italia”. Così, dopo il successo del libro edito da Skira, “L’Italia del Pére-Lachaise”, il Comites di Parigi si propone una nuova sfida editoriale. E cioè, fornire, alle nuove generazioni, un frammento della  memoria storica dei nostri antenati che hanno scelto la Francia come seconda Patria.  Insomma, far rivivere, attraverso un nuovo progetto editoriale, coloro che sono riusciti a creare una eredità culturale comune tra Francia e Italia.

Il libro, “L’Italia del Pére-Lachiaise, il Canto del Gallo”, è stato presentato in 12 città (Parigi, Roma, Napoli, Ravenna, Milano, Bari, Barletta, Pesaro, Livorno, Firenze, Catania, Sequals). E il successo ottenuto è stata la scintilla che ha spinto il Comites di Parigi a trasformarlo in un Fumetto e ad allargare le sue forme di comunicazione. Il Comites de Parigi è sicuro che il fumetto desterà curiosità in tutte le fasce d’età. Con una narrazione che rifletterà il linguaggio dei più giovani, il fumetto sarà realizzato in italiano e in francese.

La storia e i dialoghi saranno a cura di Vincenzo Cirillo. I disegni, invece, dell’artista internazionale Virginio Vona. Lo scenario, poi, sarà opera di Fédéric Gaffiat e Vincenzo Cirillo. Il progetto, che avanza senza pausa, vede coinvolti il Direttore Generale degli Italiani all’Estero, Luigi Vignali; il Presidente del Comites di Parigi, Vincenzo Cirillo e gode della collaborazione del Consolato Generale d’Italia a Parigi.

Tanti celebri personaggi

La storia del fumetto si svolge nel cimitero monumentale di Père-Lachaise. Qui sono sepolti tanti personaggi celebri, tra cui circa 60 illustri italiani e francesi di origine italiana.

I loro nomi sono: Maria Alboni, Vincenzo Bellini, Serge Belloni, Marco Bordogni, Giuseppe Aurelio Carlo Bossi, Ferdinando Bosso, i Bugatti, Andrea Caffi, Maria Callas, Ricciotto Canudo, Charles-Romain Capellaro, Enrico Cernuschi, Luigi Cherubini, Eugenio Chiesa, Amilcare Cipriani, Jacques e Ferdinand Corvi,  Giuseppe De Nittis, Cino (Pacifico) Del Duca, Carlo Denina, Gian Domenico Facchina, Lucien Fontanarosa, Antonio Franconi, I garibaldini, Piero Gobetti, Stéphane Grappelli, Giulia Grisi, Giuseppe Leti, Teresa e Maria Milanollo, Amedeo Modigliani, Yves Montand, Georges Moustaki, Gioacchino Napoleone Murat, Virginia Oldoini contessa di Castiglione, Aurelio Orioli, Antonio Francesco Gaetano Saverio Pacini, Ferdinando Paer, Giuseppe Palizzi, Adelina Patti, Serge Peretti, Emmanuela Pignatelli Potocka, Willy Rizzo, Carlo Rosselli, Nello Rosselli, Gioachino Rossini, Fabrizio Ruffo principe di Castelcicala, Pio Santini, Pietro Savorgnan di Brazzà, Carlo Evasio Soliva, Eugenia (Savorani) Tadolini, Maria Taglioni, Enrico Tamberlick, Angelo Tarchi, Famiglia Tortoni, Ennio Quirino Visconti, Louis Visconti, Achille Zavatta.

Alcuni sono conosciuti a livello mondiale, come Rossini e Modigliani. Tanti altri, benché straordinari, sono immeritatamente caduti nell’oblio.

Comites Parigi, valorizzare vita e opere

Riscoprirli e valorizzarne la vita e le opere, soprattutto tra le nuove generazioni, è oggi particolarmente importante. Lo è non soltanto per ricordare le loro gesta, ma anche per mantenere vivo il ricordo di ciò che essi hanno rappresentato e rappresentano ancora per tutti noi.

Gli autori del fumetto sperano di poter terminare l’opera entro maggio del 2021. Nel novembre dello stesso anno, quindi, il Fumetto dovrebbe già far parte del catalogo di una prestigiosa casa editrice italiana.

Come sottolinea il Comites di Parigi, l’iniziativa non sarebbe stata possibile senza l’importantissimo sostegno del Maeci, della collaborazione intensa con l’Ex Console Generale Emilia Gatto, che ha creduto subito nel progetto, ed ora anche del supporto appassionato della Console Generale a Parigi, Irene Castagnoli.

Redazione Madrid