Tour: a Kamna la 16/a tappa, Roglic sempre leader

Il tedesco Lennart Kamna saluta i tifosi al traguardo della 16/a tappa del Tour de France.
Il tedesco Lennart Kamna saluta i tifosi al traguardo della 16/a tappa del Tour de France. (ANSA)

ROMA. – La settimana decisiva del Tour de France si apre con la vittoria in solitaria di Lennart Kamna nella 16/a tappa  (secondo l’ecuadoriano Richard Carapaz, vincitore del Giro 2019, a quasi un minuto e mezzo, terzo il campione svizzero Sébastien Reichenbach) con Primoz Roglic che conserva la maglia gialla.

A Villard-de-Lans il tedesco festeggia il primo successo in un grande giro. Vittoria meritata, dopo un Tour che lo ha visto spesso tra i protagonista (secondo a Puy Mary alle spalle di Martinez) con tanto lavoro con i suoi compagni di squadra della Bora Hansgrohe al servicio di Peter Sagan. Anche oggi in grande difficoltà Egan Bernal che si è staccato sin dalle prime rampe della salita  e dice definitivamente addio alle ambizioni di classifica.

Si parte da La Tour-du-Pin dopo la giornata di riposo e la notizia che sono risultati tutti negativi i 785 test Covid effettuati negli ultimi due giorni sui componenti della carovana, tra corridori, staff delle 22 squadre in gara e personale vario impegnato per la corsa.

L’attacco di giornata è andato via nei pressi del GPM della Côte de Revel, ventitré – Andrey Amador, Richard Carapaz, Pavel Sivakov (Ineos Grenadiers), Lennard Kämna, Daniel Oss (Bora-Hansgrohe), Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Sébastien Reichenbach (Groupama-FDJ), Alberto Bettiol, Neilson Powless (EF Education First), Winner Anacona, Warren Barguil (Arkéa-Samsic), Imanol Erviti, Carlos Verona (Movistar Team), Simon Geschke, Matteo Trentin (CCC Team), Chris Juul Jensen, Mikel Nieve (Mitchelton-Scott), Romain Sicard (Total Direct Energie), Tiesj Benoot, Casper Pedersen, Nicolas Roche (Team Sunweb), Quentin Pacher, Pierre Rolland (B&B Hotels-Vital Concept) – sono rimasti insieme fino alla Montée de Saint-Nizier du Mucheronne.

Sulle rampe dell’ascesa più impegnativa della tappa, il gruppo si è sgretolato e Kamna è stato bravo a resistere all’attacco di Richard Carapaz, a pochi metri dal GPM lo ha saltato e staccato volando a coprire da solo i 20 chilometri che mancavano al traguardo. Il gruppo della maglia gialla ha lasciato fare e ha raggiunto il traguardo a 17 minuti dal vincitore.

Domani il Tour raggiunge il suo punto più alto, 2304 metri sul livello del mare, al termine della 17/a tappa di 170 chilometri che parte da Grenoble.