Spagna e Gibilterra, via le barriere

In lontananza la rocca di Gibilterra, in primo piano la bandiera inglese.
Gibilterra sotto la bandiera inglese.

MADRID  – Ormai è solo questione di tempo. E cioè, che l’accordo diventi effettivo.  Non ci saranno più barriere tra Spagna e Gibilterra dopo la Brexit. Il principio d’accordo raggiunto il 31 dicembre dalle autorità spagnole e quelle della colonia britannica prevede, appunto, l’abbattimento di ogni “barriera fisica”. E l’inizio di un sistema di controllo dell’aeroporto e del porto di Gibilterra nelle mani di Gibilterra e Madrid. In altre parole, Gibilterra continuerebbe a far parte dello “spazio Schengen”.

È questa una grossa novità nel rapporto che da oltre 300 anni ha caratterizzato le relazioni tra Gibilterra e Spagna. L’accordo prevede l’eliminazione del posto di blocco al confine di Gibilterra. Quest’ultimo, utilizzando il proprio database, deciderà se autorizzare o negare l’ingresso al visitatore; la Spagna, in seguito, se autorizzare o negare l’ingresso nello spazio Schengen (nel quale s’include Gibilterra) utilizzando il database Schengen. In mancanza di uno dei due permessi, sará negato l’accesso del visitatore alla “rocca”. Il testo dell’accordo, che per il momento è solo una bozza, rappresenta le linee guida per negoziare un trattato tra la Commissione europea e il Regno Unito su Gibilterra. L’entrata in vigore dovrebbe avvenire nel secondo semestre dell’anno.

Redazione Madrid