Papa Francesco si è vaccinato contro il Covid

Papa Francesco indossa la mascherina durante il meeting della Comunità di Sant'Egidio nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli, a Roma.
Papa Francesco indossa la mascherina durante il meeting della Comunità di Sant'Egidio nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli, a Roma. ANSA/FABIO FRUSTACI

CITTA DEL VATICANO. – Il Papa si è vaccinato contro il Covid. Come aveva preannunciato, questa mattina si è presentato nell’ambulatorio allestito davanti all’Aula Nervi, che normalmente ospitava, prima della pandemia, i grandi eventi in Vaticano e anche le udienze generali.

La notizia della vaccinazione del Papa, con Pfizer, per conservare il quale anche le strutture sanitarie della Santa Sede si sono attrezzate con un mega refrigeratore, è circolata sulla stampa argentina, mentre il Vaticano ufficialmente non ha commentato e si è limitato a comunicare, attraverso il portavoce Matteo Bruni, che “questa mattina ha avuto inizio la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 nell’atrio dell’Aula Paolo VI”.

Anche Ratzinger dovrebbe vaccinarsi in queste ore, come comunicato dal suo segretario, monsignore Georg Gaenswein. “Io credo che eticamente tutti debbano prendere il vaccino, è un’opzione etica – aveva detto qualche giorno fa in una intervista tv Papa Francesco -, perché tu ti giochi la salute, la vita, ma ti giochi anche la vita di altri”.

E così tra gli addetti sanitari e le Guardie svizzere, il Pontefice ha ricevuto il vaccino nel primo giorno della campagna iniziata in Vaticano. La priorità dei vaccini è data al personale sanitario e di pubblica sicurezza, agli anziani ed al personale più frequentemente a contatto con il pubblico, come il personale di sicurezza e gli addetti ai musei o il personale dell’annona.

In questi giorni saranno vaccinati i cittadini, i dipendenti e pensionati, ma anche i familiari che godono dell’assistenza del Fas (Fondo Assistenza Sanitaria). La campagna è completamente su base volontaria. Per ora sono esclusi dalla vaccinazione i minori di anni 18 perché non sono stati ancora effettuati studi che comprendono questa fascia di età.

Nonostante la novità dei vaccini, la giornata del Papa si è svolta secondo l’agenda prestabilita e si è tenuta regolarmente l’udienza generale, dal Palazzo apostolico, in streaming, come avviene ormai da tempo per evitare assembramenti. Il Papa ha colto l’occasione per ribadire l’importanza della fratellanza, tanto più necessaria in un momento difficile come quello che tutto il pianeta vive oggi:

“Nel futuro del mondo e nelle speranze della Chiesa ci sono i ‘piccoli’: coloro che non si reputano migliori degli altri, che sono consapevoli dei propri limiti e dei propri peccati, che non vogliono dominare sugli altri, che, in Dio Padre, si riconoscono tutti fratelli”.