Da Covid a incendi, disastri 2020 diventano gioco

2020 Game

ROMA. – I 12 mesi che hanno cambiato la storia del mondo raccontati in un videogioco, per riassumere e anche esorcizzare l’anno da incubo che abbiamo vissuto. Il gioco si chiama ‘2020 Game’, è sviluppato dal programmatore Max Garkavyy e ripercorre il filone dei giochi che si ispirano alla realtà, come quelli che fiorirono circa dieci anni fa ispirati dalle proteste del movimento Occupy Wall Street.

Il gioco, che ha per sottotitolo “The game about the mad year 2020”, si apre in realtà a fine 2019 con gli incendi in Australia e i koala da salvare per catapultarci subito nel Covid-19 che ha travolto le nostre vite. Ci sono tutti gli elementi che hanno caratterizzato la pandemia: i pipistrelli, il virus, le mascherine, la quarantena, la serrata dei negozi, le code al supermercato, l’ansia di fare scorte, i vaccini e tutti gli eventi paralleli al Covid-19 come il crollo del mercato azionario, i timori per il 5G, il boom dell’app TikTok e di Zoom che ha agevolato lo smart working e le riunioni online talvolta costringendoci a dei tour de force sul computer.

Tra gli eventi da ripercorrere con il gioco, anche l’uccisione da parte della polizia dell’afroamericano George Floyd e il duello Trump-Biden che si chiude (forse) con l’insediamento di quest’ultimo.

Il tutto è accompagnato da una grafica semplice e dalla musica di sottofondo che cambia a seconda dei livelli di gioco, ognuno dei quali è un evento del 2020 da superare. ‘2020 Game’ è un videogioco gratuito (lo sviluppatore chiede una donazione volontaria), è stato creato in sei mesi di lavoro, si può giocare in una decina di minuti su computer ma anche su smartphone.

Ha pochi comandi a scorrimento, con cui si evitano gli ostacoli e si arriva al 2021 sperando sia migliore. Anche se a giudicare dal finale, con l’arrivo di zombie, Ufo e dinosauri, si entra nel nuovo anno non proprio spensierati.