Brasile: “Giornata del migrante italiano” il 21 febbraio

La statua del Cristo Redentore in Rio de Janeiro, Brasile. (Ansalatina)
La statua del Cristo Redentore in Rio de Janeiro, Brasile. (Ansalatina)

ROMA.  – Il 21 febbraio si celebra in Brasile la “Giornata del migrante italiano”, istituita dal Congresso Nazionale il 2 giugno 2008. “Un omaggio di cui siamo particolarmente grati, ma anche molto fieri, unitamente al rammarico di non poterlo celebrare presenzialmente al Congresso, come negli anni passati” dichiara l’Ambasciata d’Italia a Brasilia.

La data ricorda la spedizione di Pietro Tabacchi il quale, giunto nello stato di Espiritu Santo il 21 febbraio 1874, segna simbolicamente l’inizio del processo di immigrazione italiana in Brasile.

Gli italiani prima e gli italo-brasiliani poi, questi ultimi stimati oggi in circa 32 milioni, “hanno dato un contributo fondamentale allo sviluppo del Brasile, in tutti i settori. Superata una fase iniziale non facile, essi rappresentano oggi una Comunità fondamentale nella vita del Brasile – politica, economica, scientifico-culturale e sociale – motivo di orgoglio per due Paesi legati da fraterni legami di amicizia e di intensa collaborazione, in tutti i campi” sottolinea l’Ambasciata.