Covid: a chi ha avuto infezione basta una sola dose di vaccino

Una infermiera riceve la prima iniezione che da Inizio alla vaccinazione con il Coronavac nel Hospital das Clínicas della Universidad di Sao Paulo (USP), il 17 gennaio 2021.
Una infermiera riceve la prima iniezione che da Inizio alla vaccinazione con il Coronavac nel Hospital das Clínicas della Universidad di Sao Paulo (USP), il 17 gennaio 2021. (Ansalatina)

ROMA. – Per chi ha già avuto il Covid una dose di vaccino Pfizer o Moderna aumenta la protezione immunitaria anche contro le varianti, mentre una seconda dose non dà effetti particolari e può essere evitata. Lo affermano due studi, ancora non pubblicati, del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle e della New York University.

La prima ricerca si basa sulle analisi del sangue di un campione di dieci volontari, tutti che avevano avuto la malattia, di cui sette vaccinati con una dose di Pfizer e tre con una di Moderna. “Il vaccino ha alzato il livello di anticorpi nel sangue di migliaia di volte – spiega Andrew McGuire, uno degli autori, al New York Times -. Un’amplificazione veramente massiccia”.

Nei test di laboratorio è emerso che non solo gli anticorpi sviluppati dai vaccinati sembrano più efficaci di quelli di chi ha avuto due dosi del vaccino ma non l’infezione, ma anche che riescono a debellare anche la ‘variante sudafricana’ del virus.

Una sola dose, afferma il secondo studio, è più che sufficiente. In questo caso sono stati studiati 32 soggetti che, dopo aver avuto l’infezione, hanno completato il ciclo vaccinale. Il ‘turbo’ al sistema immunitario dopo la prima dose è confermato, spiegano gli autori, mentre la seconda dose non sembra avere effetti significativi, un comportamento già osservato per altri virus.