Ci lascia Vittorio Fioravanti, se ne va un pezzo di storia della nostra Collettività

Vittorio Fioravanti era noto per le sue pubblicazioni sportive. Foto cortesia

CARACAS – Quando internet e Smartphone erano ancora nelle visioni di qualche scienziato, c’era una persona chiamata Vittorio Fioravanti che ad ogni stagione ci presentava una rivista dove gli amanti della palla a chiazze e soprattutto della nostra serie A trovavano tutti i dati per seguire la stagione: calendario, curiosità, fotografie, rose, statistiche ed altre cose.

Ricordo che appena arrivavano alcune copie all’edicola di famiglia non vedevo l’ora di scartare l’involucro dove venivano impacchettate: prima per conoscere il personaggio in copertina e poi iniziavo a deliziarmi con tutte le informazioni che c’erano dalla copertina all’ultima pagina.

La prima rivista pubblicata da Vittorio Fioravanti che ho in archivio fu quella dei mondiali Messico ’86. La conservo con tanta cura, in copertina non c’é nessun personaggio perché quella prima edizione era un vero e proprio libro con copertina rigida con sopra inciso “Datos Sport” in lettere dorate.

Vittorio, con il passare degli anni ha iniziato a pubblicare le sue attese riviste anche per altri eventi: Europei di calcio, Formula 1 e la Liga Venezolana de Béisbol Profesional. Tutti con la stessa qualità d’informazione.

Alcune delle pubblicazioni di Vittorio Fioravanti.

Tra gli aneddoti che posso svelarvi c’é il fatto che ogni volta che mi presento devo fare enfasi nell’ultima vocale del mio nome: “FioravanTE!”. Il 99% delle volte tutti mi dicono: “Ma tu sei il figlio di Vittorio? Quello dei libri di calcio!”. Una confusione piacevole, ma sempre la mia risposta é stata negativa: “Nel mio caso é il nome, mentre nel suo il cognome”. La cosa piacevole di questa confusione é quella essere confuso per un personaggio che tutti rispettano.

In diverse occasioni ho avuto la fortuna di ricevere i suoi commenti quando ho scritto inchieste sul calcio italiano o la nostra nazionale. Sicuramente, tra i lettori della Voce d’Italia, il suo commento era uno dei più attesi.

Sfortunatamente, in quest’occasione, bisogna annunciare la scomparsa di Vittorio Fioravanti. L’talo-venezuelano nato il 13 aprile 1936 ci lascia dopo aver combattuto per diversi giorni contro questo virus che ci sta portando via tanti personaggi della nostra Collettività. Cosi come ha cinguettato su twitter il caro amico Sergio Biferi: “Il giorno della tua scomparsa, doveva vincere la tua amata Juventus e cosí é stato!”.  Riposa in pace Vittorio!

(di Fioravante De Simone / redazione Caracas)