Uccisa in Perù: vescovo di Chimbote chiede indagini efficaci

La missionaria laica italiana, Nadia De Munari, (al centro) originaria di Schio (Vicenza).
La missionaria laica italiana, Nadia De Munari, (al centro) originaria di Schio (Vicenza). ANSA

ROMA. – Il vescovo della diocesi peruviana di Chimbote, monsignor µngel Francisco Simón Piorno, ha espresso dolore per l’omicidio della missionaria laica italiana Nadia De Munari, ha auspicato un rapido ed efficace svolgimento delle indagini sulla vicenda.

“Spero che la Dirincri (Direzione delle indagini penali in Perù) faccia un buon lavoro investigativo per scoprire chi sia l’assassino e quale sia il motivo per uccidere una donna di nemmeno 50 anni”, ha detto il vescovo in dichiarazioni ai media riportate dal quotidiano locale Diario de Chimbote.

“Questo è un caso che avrà ripercussioni internazionali, non è un’esclusiva nostra. Cosa diranno gli europei di Spagna e Italia che hanno missionari qui? Penseranno che questo è un paese semi-selvaggio perché ciò che hanno fatto a lei (Nadia De Munari) è indescrivibile”, ha aggiunto.

Il vescovo ha infine ricordato la missione sociale svolta da Nadia de Munari, responsabile dei sei asili nido e mense per i poveri nell’ambito dell’operazione “Mato Grosso”, nei più remoti insediamenti del distretto di Nuevo Chimbote.