Covid: i vaccini in gravidanza sono sicuri

Covid in gravidanza

ROMA. – Come la ‘scatola nera’ di un aeroplano, la placenta è un indicatore dell’andamento di una gravidanza. Aiuta a capire, se qualcosa va storto, cosa è accaduto. I vaccini Covid sono sicuri in gravidanza e non la danneggiano. A rassicurare è uno studio della Northwestern University, pubblicato su Obstetrics & Gynecology.

In particolare, tra le cose che lo studio vuole smentire vi è una credenza che perlomeno negli Usa si è diffusa attraverso i social network, secondo la quale il vaccino può potenzialmente innescare una risposta immunologica che induce la madre a rifiutare il feto.

“I risultati ci portano a credere che non succede” spiega Jeffery Goldstein, uno degli autori dello studio. Per arrivare a una conclusione positiva sulla sicurezza dei vaccini durante la gestazione i ricercatori hanno raccolto placente da 84 pazienti vaccinate e 116 non vaccinate che hanno partorito al Prentice Women’s Hospital di Chicago esaminandole patolgicamente quando erano intere e al microscopio dopo la nascita. La maggior parte delle pazienti immunizzate aveva ricevuto vaccini Moderna o Pfizer durante il terzo trimestre.

“Se qualcosa va storto con una gravidanza- evidenzia Goldstein- di solito vediamo cambiamenti nella placenta che possono aiutarci a capire cosa è successo. Da quello che possiamo dire, il vaccino COVID non la danneggia”.

Lo scorso maggio, gli stessi studiosi hanno evidenziato in uno studio che le placente di donne che sono risultate positive al virus COVID-19 durante la gravidanza hanno mostrato prove di lesioni, in termini di flusso sanguigno anormale tra madre e bambino in utero e il messaggio è che le pazienti incinte che vogliono essere vaccinate per evitare di contrarre la malattia dovrebbero sentirsi sicure nel farlo.

Mentre lo scorso aprile, sempre lo stesso team di ricerca ha pubblicato uno studio che mostra che le donne incinte producono anticorpi COVID dopo la vaccinazione e li trasferiscono con successo ai loro feti. La placenta ha un ruolo importante: gestisce gli ormoni e il sistema immunitario e dà indicazioni al corpo della madre di non rifiutare il feto come un intruso estraneo.

E la vaccinazione in gravidanza può giocare un ruolo importante per gli esperti. “Stiamo iniziando a passare -sottolinea Emily Miller, coautrice dello studio – a un quadro di protezione dei feti attraverso la vaccinazione, piuttosto che dalla vaccinazione”. “Fino a quando i bambini non possono essere vaccinati-aggiunge Goldstein- l’unico modo per ottenere gli anticorpi COVID è dalla madre”.

(di Elida Sergi/ANSA)