Spada magica

SPADA MAGICA

La spada misteriosa che appare qui sopra si trova nella collezione del British Museum. Fu rinvenuta in un fiume inglese, il Witham, nel Lincolnshire, nel luglio del 1825. L’arma, di pregiatissima fattura, risale al 13° secolo e non dovrebbe essere di fabbricazione inglese. In base più che altro agli elementi stilistici, si suppone che sia il prodotto di un maestro armaiolo tedesco dell’alto medioevo. Pesa 1,2 kg ed è lunga 964 mm, quasi un metro.

Non è per niente un oggetto cerimoniale. Uno degli esperti che l’ha esaminata ha commentato: “Impiegata con una forza sufficiente, potrebbe facilmente spaccare in due un cranio umano”. Non si sa a chi sia appartenuta,  né come sia finita in fondo al fiume, ma è stata riconosciuta come un’arma d’élite, di un combattente di alto o forse altissimo rango. Non sarebbe mai stata gettata via se non per qualche importante motivazione che quasi certamente non conosceremo mai,

Il vero mistero però non è legato alle sue origini o al posto dove rimase nascosta per tanti secoli. Riguarda piuttosto la curiosa  iscrizione presente su uno dei due lati della lama, intarsiata in oro con l’antico procedimento di “damaschinatura”. Sfortunatamente, nessuno è mai riuscito a decifrarla. Si legge…

+NDXOXCHWDRGHDXORVI+

La comune supposizione è che si tratti di un’invocazione di qualche tipo, forse una sorta di richiesta di sostegno religioso o forse una protezione magica per assistere chi porta l’arma in battaglia. Siccome non si sa nemmeno a quale lingua faccia riferimento, ogni ipotesi è buona.  Secondo molti, le lettere iniziali “ND” farebbero pensare a Nostrum Dominus (Nostro Signore) o Nomine Domini (nel Nome del Signore), un’ipotesi ragionevole – sempre che la lingua sia il latino…

Nel 2015 la British Library ha chiesto aiuto al pubblico per dare un senso all’iscrizione, ottenendo un livello di risposta “fenomenale”. C’era di tutto, tranne una soluzione definitiva al mistero… Forse possiamo aggiungere un elemento al puzzle. Se è un’invocazione, evidentemente non ha funzionato. Altrimenti il possessore della spada probabilmente non avrebbe avuto necessità di buttarla in un fiume.

(di James Hansen)