L’Ambasciata d’Italia a Madrid presente al “Fuorisalone” di Milano

MADRID – Anche l’Ambasciata d’Italia a Madrid partecipa al “Fuorisalone”, l’evento nato spontaneamente negli anni ’80 a margine del “Salone del Mobile”. E cioè, della settima del “Design Italiano”.

– La partecipazione dell’Ambasciata d’Italia a Madrid – ha tenuto a sottolineare l’Ambasciatore Riccardo Guariglia con un videomessaggio alla conferenza stampa di presentazione della mostra “Interni Creative Connections” – si colloca nel contesto di una fruttuosa collaborazione con la rivista Interni, avviata già da qualche anno, che ha permesso di tessere una rete di contatti tra scuole di design, centri di architettura, designer, per lo più giovani, in Spagna e aziende e centri di eccellenza nel campo del design in Italia.

“Fuorisalone”, come spiegò alla “Voce” Marva Griffin Wilshire, la “Signora del Design” o, se si preferisce “Lady Satellite”, vuole essere un trampolino di lancio per i giovani talenti con tanta voglia di emergere. Il padiglione, sempre più “smart”, è la vetrina attraverso la quale i giovanissimi creatori fanno tendenza. Ed è qui, in questo scenario, che s’incastra, già da alcuni anni, la presenza della nostra Ambasciata a Madrid. In questa edizione, con una propria istallazione collocata nella suggestiva cornice del cortile d’onore dell’Università degli Sudi di Milano.

– Si tratta – ha spiegato l’Ambasciata d’Italia a Madrid in un Comunicato – di tre gabbie, evocative del lungo periodo di confinamento, all’interno delle quali sono esposti i sette prototipi dei progetti vincitori di un concorso sul design che l’Ambasciata, assieme alla rivista Interni e un insieme di partner spagnoli (il Collegio Ufficiale degli Architetti di Madrid – COAM, l’Associazione dei designer di Madrid – DIMAD e l’Associazione per il Disegno Industriale e la Promozione delle Arti e del Design di Barcellona – ADI-FAD), ha promosso con il coinvolgimento di numerosi giovani spagnoli e di importanti aziende italiane”.

Rafforzare i ponti tra Italia e Spagna

– Nel contesto spagnolo, che guarda all’Italia senz’altro come un punto di riferimento ma che al tempo stesso sa esprimere, a sua volta, prodotti sempre più ricercati e originali – ha affermato il nostro ambasciatore nel videomessaggio -, abbiamo voluto declinare la promozione integrata in un’ottica innovativa, con una serie di attività che potessero rafforzare i ponti tra Italia e Spagna e, all’occorrenza, crearne di nuovi.

L’esposizione a Milano segue la mostra organizzata a Madrid lo scorso giugno presso l’Istituto italiano di cultura, in un settore, quello del design, in cui l’Italia è un punto di riferimento a livello mondiale.

“Fuorisalone”, che si svolge a margine del “Salone del Mobile”, si è trasformato in una delle manifestazione più importante, a livello mondiale, del disegno industriale, in particolare quello dell’arredamento. Negli anni, grazie soprattutto all’impegno di Marva Griffin Wilshire, la “Signora del Design”, quello che era nato come una serie di eventi correlati al “Salone del Mobile”, negli anni ha assunto una propria “anima” a tal punto da condizionare, in occasioni, anche l’orientamento dell’evento principale.

Redazione Madrid