Calcio: l’italo-venezuelano Pérez Greco ha festeggiato la 400esima gara con il Táchira

L'italo-venezuelano é uno dei simboli della formazione giallonera. Foto Dvo. Táchira

CARACAS – Quella tra il Deportivo Táchira e l’italo-venezuelano Edgar Pérez Greco é una storia di grande amore. C’é poco da girarci intorno. Il suo amore per i colori gialloneri fa parte del suo pacchetto genetico: sil nonno, Gaetano Greco é stato il fondatore della squadra di San Cristóbal.

“El Flaco”, nomignolo affibiato al calciatore di origine siciliana, ha esordito in prima squadra il 21 gennaio 2001, nella città di Mérida con “Cata” Roque in panchina.

Ieri, nel pareggio 1-1 in casa dell’Hermanos Colmenárez ha festeggiato la 400esima partita con la maglia della sua squadra del cuore, il suo amato Deportivo Táchra.

Pérez Greco ha sempre indossato quella seconda pelle con orgoglio, passione e senso di appartenenza con la sua città. Adesso a 39 anni e 204 giorni é diventato il secondo giocatore con più presenze con la maglia del Táchira, davanti a lui c’é soltanto Gerzon Chacón con 454.

“Voglio ringraziare Dio e la mia famiglia per essere arrivato a questo momento, non avrei mai pensato di arrivare ad una cifra simile e mi riempie d’orgoglio” – ha dichiarato a fine gara il calciatore di origine sicula, aggiungendo – “Ho ben chiare le mie idee, ho già dichiarato che questa sarà la mia ultima stagione, però aspettiamo, perché ho un obiettivo molto chiaro con i ragazzi a fine anno”.

In carriera Edgar Pérez Greco nella Primera División venezuelana ha difeso anche le maglie di Deportivo Lara (108 presenze) e Deportivo La Guaira (44). Ha collezionato anche 10 presenze con la maglia della Vinotinto per un totale di 562 partite disputate e 122 reti segnate.

Con la maglia del “Carrusel Aurinegro” Pérez Greco ha vinto lo scudetto nelle stagioni 2007-2008 e 2010-2011. A questi titoli vanno aggiunti la Estrella vinta con il Deportivo Lara nella stagione 2011-2012 e la Coppa Venezuela vinta con il Deportivo La Guaira nel 2015.

Questo dimostra, come dice Antonello Venditti nella sua canzone, che “Certi amori non finiscono, Fanno dei giri immensi, E poi ritornano”.

(di Fioravante De Simone / redazione Caracas)