Comites Madrid, presentata la lista “Italiani Democratici Madrid”

Il capolista Andrea Lazzari, al microfono, e Claudio Fiorentini, titolare della “Galería Captaloona Art”

MADRID – “Doppia cittadinanza”, “integrazione” e “promozione della cultura”. Sono queste le colonne sulle quali è stato costruito il programma che propone la lista “Italiani Democratici Madrid”. Sono proposte allineate alle nuove esigenze che esprime la Comunità residente in Spagna.

Di orientamento decisamente progressista, la lista “Italiani Democratici Madrid” è stata presentata ufficialmente nel corso di un evento, condizionato dal fantasma della pandemia, presso l “Galeria Captaloona Art”.

Dopo gli onori di casa di Claudio Fiorentini, ha preso la parola il capolista e vicepresidente del Comites uscente: Andrea Lazzari. In poche parole, Lazzari ha illustrato l’importanza dell’organismo e le sue funzioni. E ha sottolineato il suo ruolo di ponte tra la collettività italo-spagnola e le autorità italiane in Spagna.

Lazzari, dopo aver tratteggiato grosso modo le aspirazioni della “lista”, ha invitato i suoi componenti a presentarsi e, soprattutto, a spiegare quale sarà il loro impegno personale.

E così, Raffaele Bussolotti, Gabriela Lanzilli, Michele Testoni, Chiara Quaia, Michele Rossi, Adriana Bonezzi, Sergio Albani, Silvia Orsi, Romina De Simoni, Luisa Cardona e Claudio Fiorentini hanno esposto le ragioni della loro decisione. Completano la lista, Emanuela Cozzoni, Antonio Ciardo e Andrés Montesanto, che non erano presenti.

“Italiani Democratici Madrid” è una lista assai eterogenea sia per età, sia interessi professionali, sia per legami con l’Italia e con la Spagna. Infatti, in essa è rappresentata l’emigrazione di vecchia data (Raffaele Bussolotti), e quella più recente (Luisa Cardone); e quasi tutte le attività: dall’ambito culturale al commerciale, dalla ristorazione alla finanza, dall’insegnamento alla ricerca e così via.

La lista “Italiani Democratici Madrid”, come sostiene nel suo manifesto, “si propone di rendere il Com.It.Es. un punto di riferimento fondamentale al servizio di tutti i cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare, sia per quelli che vivono in Spagna da anni sia per i nuovi arrivati”.

Sono sei gli argomenti sui quali i candidati promettono d’impegnarsi. Tra questi, come accennato, il potenziamento dei servizi consolari, “per garantire efficienza e servizi di qualità̀ a tutti gli iscritti AIRE”, e la doppia cittadinanza, “per una completa integrazione della comunità̀ italiana, in particolare a livello sociale e fiscale”. Nel programma della lista “Italiani Democratici Madrid” è previsto anche un forte impegno per assicurare alla nuova emigrazione un “facile accesso alle informazioni e ai servizi di base”. E, così “un corretto inserimento nel tessuto sociale spagnolo”, oltre ad un legame permanente con la cultura italiana.

Redazione Madrid