Amazzonia: Brasile chiederà sostegno economico internazionale

Alberi tagliati in una deforestazione nell'Amazzonia.
Alberi tagliati in una deforestazione nell'Amazzonia. (Ansalatina)

BRASILIA.  – Il Brasile chiederà il sostegno economico internazionale per combattere la deforestazione in Amazzonia al vertice sul clima Cop26 che si terrà il mese prossimo a Glasgow, in Scozia.

“Sono stati promessi 100 miliardi di dollari che non sono ancora stati resi effettivi, bisogna essere più ambiziosi, andare oltre i 100 miliardi”, ha dichiarato il ministro dell’Ambiente, Joaquim Leite.

“Le sfide di un’economia verde sono maggiori di 100 miliardi, quello che faremo (al Cop26) è posizionare il Brasile come un Paese che è all’interno dell’accordo sul clima, un Paese che ha un obiettivo ambizioso di ridurre i gas serra del 43% fino al 2030 e di neutralità fino al 2050”, ha affermato il ministro al quotidiano Estado de Sao Paulo.

Leite ha discusso le linee guida generali del Cop26 con alti funzionari di altri Paesi durante la sua recente visita a New York, dove era membro di una delegazione guidata da Bolsonaro.

Il ministro ha espresso l’aspettativa che l’incontro di Glasgow porti a conclusioni “più precise” sulla green economy e sui termini di finanziamento, rispetto a quelle raggiunte nel Cop25 tenutosi due anni fa a Madrid.