Qatar 2022: il gol di Ramírez non basta! L’impresa contro il Brasile sfuma nel finale

Ramírez ha segnato il momentaneo gol del vantaggi contro il Brasile. Foto FVF

CARACAS – I tifosi che si sono recati allo stadio Olimpico non immaginavano che stessero per assistere ad una gara da favola dell’amata Vinotinto. I ragazzi allenati da Leo González per 70 minuti hanno disputato un match perfetto, per certi tratti tenendo alle corde il blasonato Brasile.

Alle falde dell’Ávila, i padroni di casa si erano portati in vantaggio grazie alla zuccata vincente di Eric Ramírez, che all’11esimo ha sfruttato al meglio l’assist vincente che gli ha fornito Yeferson Soteldo. Un vantaggio che non era mai successo in una gara di qualificazione contro i verdeoro. Si é andato al riposo con la nazionale venezuelana in vantaggio.

Sfortunatamente, Leo González ha dovuto fare i conti con gli infortuni di due perni come Joshua Mejías e “Brujo” Martínez. Questi cambi forzati hanno bloccato gli ingranaggi della nazionale venezuelana che fino a quel momento poteva essere definita come “Vinotinto Meccanica”.

Il Brasile trova i pari, al 71esimo, grazie all’ex Roma Marquinhos. Nonostante il colpo ricevuto, i locali non si sono tirati indietro ed hanno cercato in tutti i modi di strappare qualche punto ai verdeoro. Ma all’85, un rigore un po’ generoso, ha permesso al Brasile di segnare il secondo gol con l’ex Inter Gabriel Barbosa “Gabigol”. Nel recupero, é arrivato il colpo del ko con Antony Dos Santos.

Con questo 3-1, il Brasile si conferma primo con 27 punti in 9 partite e si porta a +8 sul secondo posto dell’Argentina, lasciando il Venezuela come fanalino di coda a quota 4.

(di Fioravante De Simone / redazione Caracas)