Incontri: “Zio” Ruggero

I Ritratti del quotidiano, dove le persone si incontrano il più delle volte con frettolosa educazione. Mi attrae l’idea di fotografare le emozioni che nascono dall’incontro di persone ‘comuni’, giacché credo che le loro storie possano essere diverse, ma mai scontate, come se questo fosse realmente possibile!

 

“ Zio” Ruggero ti accoglie, sempre con bonaria ironia,  anche se i dolori di schiena che da molti anni lo ‘accompagnano’ non vorrebbero permetterglielo.

Entrando nel suo organizzatissimo laboratorio  ti rendi subito conto che qui la qualità è di casa, e lo è da molto tempo.

Ed è proprio questo il punto che fa la differenza, anche se qualche lavoro gli viene proposto in forma non del tutto compiuta, la soluzione che lui ti offrirà sarà sempre al di sopra delle tue migliori aspettative,  in quanto prodotta da  quel ‘qualcosa’ in più che emerge solo dalla creatività, passione, talento e precisione con la quale Ruggero Braga,  maestro corniciao, esegue ogni suo lavoro.

(Foto e testo di Walter Ponchia)


Immagini e parole, una rubrica pensata per dare rilievo all’immagine, nasce dalla mia collaborazione con La voce d’Italia iniziata nel 1995 quando lavoravo a Caracas.

Considero questo un mezzo dove le idee, insieme all’ esperienza maturata in oltre trent’anni di lavoro pubblicitario all’estero e in Italia, trovano il giusto spazio consentendomi cosi di continuare a esprimere la mia creatività come fotografo e comunicatore, ora più che mai necessaria e vitale.