G-20 a Roma, Pedro Sánchez non incontrerà Mario Draghi

Mario Draghi e Pedro Sánchez
Il presidente del governo spagnolo, Pedro Sánchez, e il premier italiano, Mario Draghi, in una foto di archivio

MADRID – In occasione del G-20 a Roma, nell’agenda del presidente del governo spagnolo, Pedro Sánchez, non è contemplato nessun incontro con il presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi. Neanche sono previsti colloqui privati con Enrico Letta, Segretario Generale del Partito Democratico, o con esponenti delle istituzioni politiche italiane. È comunque probabile che il presidente del governo spagnolo e presidente del Psoe, e il Segretario Generale del Pd, s’intrattengano dopo il convegno “Global Progress Forum” organizzato dal Pd, a margine del Summit del G-20. Come si ricorderà Enrico Letta era atteso alla Convenzione Nazionale del Psoe a Valencia. Il leader del Pd, all’ultimo momento, ha declinato l’invito per partecipare all’imponente manifestazione in Piazza San Giovanni a Roma, organizzata per richiamare l’attenzione sull’attacco “squadrista” alla sede della Cgil ed esprimere solidarietà al maggiore sindacato italiano.

Sánchez si è recato oggi a Roma, un giorno prima del summit del G20, per partecipare alle 18:30 al “Global Progress Forum”, il dibattito promosso dal Pd e al quale saranno presenti anche Enrico Letta, Segretario Generale del Pd; Olaf Scholz, probabile futuro cancelliere tedesco, e Jadinda Ardem, primo ministro della Nuova Zelanda che interverrà in video-conferenza.

Alle 19:30, il presidente Sánchez interverrà alla presentazione del concorso internazionale per la restaurazione della sede della “Real Academia Española” a Roma, con motivo dell’inizio delle attività per commemorare i 150 anni dell’istituzione.

Accompagnato dalla ministra dell’Economia, Nadia Calviño, il presidente Sánchez sosterrà incontri con la Direttrice Generale del Fondo Monetario Interazionale, Kristalina Georgieva; con il Neosegretario Generale dell’OCDE, Mathias Corman; con la Direttrice Generale dell’OMC, Ngozi Okonjo-Iweala; e il presidente della Banca Mondiale, David Malpass.

Non mancheranno riunioni bilaterali con i presidenti dell’Argentina, Alberto Fernández, e dell’Indonesia, Yoko Widolo; e i premier dell’Australia, Scott Morrison, e del Canada, Justin Trudeau.

Nel corso del vertice del G-20, che si terrà presso la Nuvola di Fuksas all’Eur di Roma, la presidenza di turno italiana ha organizzato tre sessioni di lavoro per discutere sulla ripresa economica, dopo la crisi provocata dalla pandemia; sui cambiamenti climatici, energia e difesa dell’ambiente; e sullo sviluppo economico sostenibile.

Sabato sera è prevista una cena al Quirinale offerta dal presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, in onore dei capi di Stato e di Governo che parteciperanno al G-20. Il presidente Sánchez assisterà accompagnato dalla signora Begoña Gómez.

Grandi assenti di questo vertice: il presidente cinese, Xi Jimping; il presidente russo, Vladimir Putin; il presidente messicano, Andrés López Obrador e il premier giapponese, Fumio Kishida.

Redazione Madrid