Console Manzitti: “Fornita la massima pubblicità alle elezioni del Comites”

Il Console Generale d’Italia a Barcellona, Emanuele Manzitti

MADRID – Appena il 2,65 per cento dei poco più di 78mila connazionali aventi diritto al voto hanno fatto richiesta del plico elettorale nella Circoscrizione Consolare di Barcellona. Si spera che alla fine si possa raggiungere il 3 per cento. Ma, nonostante gli sforzi delle autorità consolari per sensibilizzare la nostra Collettività, si ritiene sia poco probabile. Infatti, manca una manciata d’ore prima che si chiuda definitivamente l’iscrizione all’elenco degli elettori. Coloro che desiderano essere protagonisti e non spettatori passivi alle elezioni per il rinnovo dei Comites in Spagna, dovranno esprimere la loro volontà di partecipazione prima del 3 novembre. Potranno farlo attraverso il portale “Fast It” (https://serviziconsolarionline.esteri.it/) o inviando la documentazione richiesta via mail (elettorale.barcellona@esteri.it) o facendola recapitare per posta cartacea alla sede del nostro Consolato Generale di Barcellona (Consolato Generale d’Italia a Barcellona – ELEZIONI COMITES – Calle Aribau 185 – 08021).

Nonostante assai impegnato in questa fase del processo elettorale per il rinnovo dei Comites, il Console Generale di Barcellona, Emanuele Manzitti, ha trovato il tempo per rispondere ad alcune domande della  “Voce”.

– Quali strumenti sono stati impiegati per pubblicizzare le elezioni per il rinnovo del Comites di Barcellona? Perché?

– Il Consolato Generale di Barcellona, su istruzioni del Ministero degli Affari Esteri ed in coordinamento con l’Ambasciata a Madrid, ha fornito la massima, consentita pubblicità alle elezioni per il rinnovo del Com.It.Es. Oltre alla pubblicazione delle informazioni generali sulle modalità di voto e delle liste sul proprio sito, visitato da migliaia di utenti, il Consolato Generale ha affisso le relative informazioni nelle bacheche presenti nella sala d’attesa del pubblico. In aggiunta a ciò, il Consolato Generale ha inviato mail informative agli aventi diritto al voto e sabato 23 ottobre ha fatto pubblicare sul principale quotidiano della Catalogna, La Vanguardia, un annuncio sulle modalità di voto. Le scelte di cui sopra hanno già oggi fatto registrare un aumento delle opzioni di voto tra gli elettori residenti nella circoscrizione.

Qual è il numero degli italiani residenti nella Circoscrizione del Consolato Generale di Barcellona con diritto al voto? Come è distribuita la nostra collettività all’interno della Circoscrizione Consolare di Barcellona?

– Gli aventi diritto al voto nella circoscrizione del Consolato Generale di Barcellona sono 78.547. In merito alla collettività tutta, inclusi i non aventi diritto al voto, la maggior parte dei nostri concittadini regolarmente iscritti all’AIRE vive nell’area metropolitana di Barcellona e in Catalogna. Si tratta di circa 60.000 persone. I nostri connazionali residenti nelle Isole Baleari sono circa 17.000, a Valencia 13.500 e ad Alicante 10.500. Comunità più piccole vivono nel resto della circoscrizione che comprende anche le Regioni di Murcia, Aragòn e il Principato di Andorra.

 – Qual è il numero di richieste d’iscrizione all’elenco elettorale e, quindi, del plico elettorale per il rinnovo del Comites di Barcellona pervenute fino ad oggi? In termini percentuali, cosa rappresentano nell’ambito della totalità degli aventi diritto al voto?

– Ad oggi le richieste pervenute si aggirano attorno al 2,65% degli aventi diritto al voto.

– Nelle ultime elezioni del Comites di Barcellona, quanti erano gli iscritti all’Aire e quante sono state le buste votate pervenute in Consolato?

– Gli aventi diritto al voto nel 2017, anno delle ultime elezioni, erano 57.858. Gli optanti 989. Le buste pervenute al Consolato 645.

– Come saranno fatte recapitare le buste elettorali agli elettori?

– Le buste saranno inviate dal Consolato Generale agli elettori per posta. Gli elettori dovranno poi spedire il plico preaffrancato con la scheda votata al Consolato Generale. Il plico dovrà giungere al Consolato Generale entro le ore 24.00 del 3 dicembre 2021.

 – Qualora non dovesse ricevere il plico elettorale cosa dovrà fare il connazionale? Come capire se la mancata ricezione del plico è dovuto ad un ritardo nella consegna o, invece, ad un difetto nella richiesta d’iscrizione all’elenco elettorale?

– Gli elettori che hanno fatto valida richiesta di iscrizione nell’elenco elettorale e che non hanno ricevuto al proprio domicilio il plico entro il 19 novembre possono fare richiesta di un duplicato presentandosi personalmente all’Ufficio consolare, sito in Carrer Aribau 185. I connazionali le cui domande di voto erano incomplete sono già stati avvisati per le relative integrazioni. In ogni caso, il connazionale potrà mettersi in contatto con l’Ufficio elettorale del Consolato Generale e valutare come poter risolvere il problema, eventualmente richiedendo il duplicato.

 – In seno al Comitato Elettorale Circoscrizionale di Barcellona è stato ritenuto che non fosse competenza dell’organismo decidere sulla legittimità della presenza di tre candidati già membri del Comites in due periodi precedenti. Sarà responsabilità del neo-eletto Comites, nel corso della prima assemblea, decidere al riguardo. Su quali basi normative è stata presa tale decisione?

– La normativa distribuisce chiaramente le competenze tra il CEC e il Comites in materia di controlli che i due organi sono chiamati ad espletare. Le prime, quelle del CEC, sono elencate all’articolo 16 del Regolamento di Attuazione della Legge 286/2003, le seconde, quelle del Comites, agli articoli 7 e 29 comma 5 del medesimo Regolamento.

Mauro Bafile