Mar del Plata: tributo a Manuel Fangio con Horacio Pagani e Jackie Stewart

Il cofano della Mercedes-Benz SLS AMG che verrà esposto a Balcarce
Il cofano della Mercedes-Benz SLS AMG che verrà esposto a Balcarce

MAR DEL PLATA – L’omaggio a Juan Manuel Fangio inizierà con una conferenza e una cena che accoglierà ospiti da tutto il mondo a Mar del Plata il 9 novembre. Il 10 novembre, le spoglie del cinque volte campione di Formula 1 saranno trasferite dal cimitero di Balcarce al nuovo mausoleo presso il Museo in suo onore. Il tributo includerà una sfilata dei veicoli storici del Museo Fangio per le strade della città.

Gli organizzatori del “Tributo a Fangio” hanno già confermato la presenza del tre volte campione di Formula 1 Jackie Stewart della Gran Bretagna e del CEO della Formula 1 Stefano Dominicali. Gli inviti sono stati estesi anche ai due piloti Mercedes-AMG Petronas (Lewis Hamilton e Valtteri Bottas) e il CEO dello Star Team, Torger Christian “Toto” Wolff .

Tra gli ospiti già confermati, ora è stato aggiunto il nome di un’altra star: Horacio Pagani, costruttore argentino radicato in Italia e creatore della Zonda e Huayra, che hanno i motori Mercedes-AMG grazie alle trattative di Fangio con Stoccarda poco prima della sua morte nel 1995.

Schizzo della scultura Zonda Pagani Carpincho

Inoltre ha confermato la sua presenza anche l’uomo d’affari Jorge Gómez, che esporrà a Balcarce la sua collezione di cofani realizzati da artisti plastici rioplatensi. Tra i vari cofani ci sarà uno di una Mercedes-Benz SLS AMG, con l’immagine di Fangio, Pagani e Hamilton. Secondo quanto detto da Gómez ad Autoblog, il tributo Balcarce sarà il momento scelto per la presentazione pubblica della nuovissima “Pagani Zonda Carpincho”.

La Zonda Carpincho è una scultura creata dall’artista uruguaiano Joaquín Arbiza e finanziata da Gómez. L’opera rappresenta la figura in scala reale di una Pagani Zonda, ricoperta da 100.000 monete, incollate alla carrozzeria con 500.000 punti di saldatura Tig. Si stima che l’opera finita pesi in totale 1.230 chili: lo stesso di una vera Zonda

Ecco il cronoprogramma

Angelo Di Lorenzo