Zoe Adamello trionfa allo Zecchino d’Oro con “Superbabbo”

Carlo Conti intervistato dal nostro Emilio Buttaro per “La Voce d’Italia”
Carlo Conti intervistato dal nostro Emilio Buttaro per “La Voce d’Italia”

È “Superbabbo”, testo e musica di Marco Masini, Emiliano Cecere e Veronica Rauccio, il brano vincitore della 64ª edizione di Zecchino d’Oro. Il Festival dedicato ai bambini si è concluso con la finalissima condotta dal direttore artistico Carlo Conti, in diretta su Rai1 dagli studi televisivi dell’Antoniano di Bologna.

La canzone, interpretata da Zoe Adamello, una bimba di 9 anni, proveniente da Impruneta in provincia di Firenze, si è aggiudicata il premio musicale. Il brano vincitore dello Zecchino d’Oro aveva già impressionato bene anche nelle serate precedenti.

A votare la Giuria dei Piccoli, formata da 12 bambini provenienti da tutta Italia, e la Giuria Speciale composta da Francesca Fialdini e Paolo Conticini, conduttori delle puntate di venerdì e sabato; Orietta Berti, che durante la finale ha presentato in anteprima la canzone “Amazzonia”, eseguita insieme al Coro dell’Antoniano; Cristina d’Avena, grande amica dello Zecchino d’Oro; e la cantante Elettra Lamborghini. Ai voti delle due giurie si sono aggiunti anche i voti dei bimbi del Piccolo Coro dell’Antoniano e della Galassia Zecchino, circa 2.000 bambini appartenenti a cori di tutta Italia affiliati all’Antoniano.

Al secondo posto Veronica Marchesi, 9 anni di Bergamo con “Ci sarà un po’ di voi” che per la musica porta la firma di Claudio Baglioni mentre il testo è di Francesca Polli. Sul podio “Potevo nascere gattino” cantata da Vittoria Spedaliere, 6 anni, testo e Musica di Lodovico Saccol.

“È stato molto bello” – ha commentato Marco Masini – “sono davvero felice per Emiliano Cecere e Veronica Rauccio, che hanno scritto il brano con me, sono felice per Zoe. Sono felice perché quest’esperienza mi ha regalato una dolcezza e una purezza nel fare questo lavoro che avevo un po’ perso, un po’ dimenticato. È un’emozione che mi porterò nel cuore sempre. Grazie a tutto lo Zecchino d’Oro, è stato davvero un grande onore!”

Quattordici i brani in gara interpretati da 17 bimbi tra i 4 e i 10 anni provenienti da 9 regioni italiane che si sono misurati con brani scritti da altre importanti firme come Giovanni Caccamo, Flavio Premoli (Pfm) e Luca Mascini (Assalti Frontali).

I tre pomeriggi di Zecchino d’Oro sono stati una grande festa, l’occasione di ritrovarsi insieme per cantare, divertirsi, ma anche riflettere, grazie alle canzoni di quest’anno, che hanno già conquistato il cuore di grandi e piccoli. Ospiti della serata finale anche i Gemelli di Guidonia vincitori dell’ultima edizione di “Tale e Quale Show”.

Come sempre il cuore di Zecchino d’Oro è stata la solidarietà di Operazione Pane, progetto dell’Antoniano che supporta 17 mense francescane in tutta Italia (più una in Siria), garantendo accoglienza e aiuto alle persone e famiglie che vivono in condizioni di grave disagio sociale. È possibile continuare a dare il proprio sostegno alle mense di Operazione Pane fino al 19 dicembre, inviando un SMS o chiamando da rete fissa il numero solidale 45588.

L’edizione 64 di Zecchino d’Oro si è già conclusa, ma il pensiero è già alla numero 65. È infatti aperto, fino al 31 gennaio 2022, il bando autori per la ricerca delle canzoni del 65° Zecchino d’Oro. Il bando è aperto a tutti, parolieri e musicisti che abbiano nel cassetto una canzone per bambini da proporre. Regolamento e modalità di adesione sul sito di Zecchino d’Oro.

Emilio Buttaro