XXIV Premio Tiepolo, Pizzi (CCIS): “47 miliardi di euro l’interscambio tra Italia e Spagna nel 2021”

L’Ambasciatore Riccardo Guariglia

MADRID – L’elegante e signorile palazzone di Amboage, sede dell’Ambasciata d’Italia in Spagna, è stato il suggestivo scenario della consegna del “XXIV Premio Tiepolo”. Dopo la pausa obbligata dalla pandemia, torna l’evento organizzato dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna e dalla “Confederación Española de Organizaciones Empresariales”, sotto gli auspici dell’Ambasciata d’Italia in Spagna, per riconoscere il lavoro svolto da due personalità, una spagnola e una italiana, a favore delle relazioni economiche tra Italia e Spagna.

In questa edizione, il Premio Tiepolo è stato consegnato a José Manuel Entrecanales, presidente e Amministratore Delegato di “Acciona S.A.”, e a Francesco Starace, Consigliere Delegato di Enel S.P.A.

Presentato dalla collega Leticia Iglesias, apprezzata presentatrice televisiva, all’evento hanno assistito Teresa Ribera Rodríguez, vicepresidente e ministra della Transizione Economica e della Sfida Demografica; José Luis Martínez-Almeida, Sindaco di Madrid; Antonio Garamendi, presidente della CEOE; e un numero assai ridotto di invitati, il “top manager” dell’imprenditorialità italo-spagnola.

Guariglia, solide relazioni tra Italia e Spagna

L’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia, nel dare il benvenuto agli invitati all’evento, ha sottolineato la solidità delle relazioni tra Italia e Spagna. E rimarcato la loro importanza nell’ambito mediterraneo ed europeo. Ha commentato i dati provvisionali del commercio binazionale che, ha assicurato, evidenziano una ripresa del 23 per cento, se si comparano con quelli negativi del 2020, e del 3 per se si raffrontano con quelli del 2019. Ovvero, con quelli precedenti alla contrazione economica provocata in Europa dalla pandemia.

L’Ambasciatore Guariglia ha anche ricordato che “nei momenti più difficili della pandemia Italia e Spagna hanno saputo dare il meglio di loro e a trarne diretto beneficio sono stati i rapporti bilaterali, oltre che l’Unione Europea con il Next Generation EU.”

Teresa Ribera Rodríguez, vicepresidente e ministra della Transizione Economica e della Sfida Demografica; Riccardo Guariglia, Ambasciatore d’Italia in Spagna, e Marco Pizzi, presidente della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna

Il presidente della CEOE, Antonio Garamendi, senza negare le difficoltà che provoca la presenza del coronavirus, ancora non sconfitto e sempre minaccioso, ha inviato un messaggio di ottimismo ai presenti; un messaggio, è giusto sottolinearlo, confortato dai risultati resi noti dal Governo, sia in termini di crescita dell’occupazione, sia in termini di crescita dell’economia. Ha quindi condiviso l’atteggiamento fiducioso dell’Ambasciatore Guariglia, nell’ambito delle relazioni economiche bilaterali tra Spagna e Italia.

Ribera Rodríguez, sviluppo dell’energia sostenibile

Il presidente della nostra Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, Marco Pizzi, ha manifestato la propria soddisfazione perché, nonostante la pandemia, anzi a dispetto di questa, l’evento si sia potuto svolgere in versione presenziale, anche se con un’assistenza assai ridotto. Ha quindi sottolineato la buona salute delle relazioni economiche tra Italia e Spagna. Ha rilevato che “si sono mantenute sempre assai solide e dinamiche a vantaggio degli interessi comuni”. Ha rilevato lo spirito di collaborazione e di fiducia, che ha prevalso anche nei momenti più difficili e assicurato che i dati dell’interscambio tra i due Paesi ne sono la migliore dimostrazione.

“L’interscambio economico-commerciale tra Italia e Spagna, se tralasciamo l’anno 2020, mostra una crescita costante. Oggi ha raggiunto i 47 miliardi di euro. È questo – ha rilevato – un ammontare maggiore della somma dell’interscambio tra Russia, Brasile e Cina. I due paesi del mediterraneo vantano cifre più alte di quelle dei tre giganti”.

Il Sindaco José Luis Martínez-Almeida, dal canto suo, ha evidenziato l’importanza della presenza italiana in Spagna e, in particolare, a Madrid e messo in risalto quanto hanno in comune i due paesi del bacino del Mediterraneo.

La vicepresidente e Ministra della Transizione Economica e della Sfida Demografica, Teresa Ribera Rodríguez, ha posto l’accento sullo sviluppo dell’energia sostenibile. È questo, ha detto, un ambito di cui Enel e Acciona sono all’avanguardia. Ha spiegato l’importanza che l’attuale governo attribuisce alla trasformazione economica e della sfida che questa costituisce. Ha quindi concluso il suo intervento con l’augurio che, il prossimo anno, tra i premiati ci sia una donna. Ha rivendicato così indirettamente l’importante ruolo che queste svolgono nell’ambito imprenditoriale.

Si è proceduto, quindi, alla consegna dei riconoscimenti ai due manager, José Manuel Entrecanales, artefice del processo di internazionalizzazione di Acciona e del suo sviluppo in Italia, e a Francesco Starace, promotore del consolidamento internazionale di Enel e del suo fermo impegno nelle energie rinnovabili, assente per ragioni di salute. Al suo posto ha ritirato il premio José Bogas, Amministratore Delegato di Endesa. A margine della cerimonia, l’Ambasciatore Guariglia ha conferito a José Manuel Entrecanales le insegne dell’Ordine della Stella d’Italia nel grado di Commendatore.

Redazione Madrid