Cina respinge accuse spionaggio Gb,

PECHINO – La Cina respinge le accuse dell’MI5, secondo cui una spia cinese si è infiltrata nel Parlamento britannico per interferire nella politica del Regno Unito, affermando che “gli individui potrebbero aver guardato troppi film di 007 e creato troppe associazioni non necessarie”.

Il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha obiettato che “è molto irresponsabile fare osservazioni false e allarmistiche basate su presupposti soggettivi. La Cina spera che i funzionari britannici competenti non facciano osservazioni senza basi fattuali, per non parlare della ‘teoria della minaccia cinese’ per ulteriori scopi politici”. (ANSA)