Salone Mobile di Milano slitta da aprile a giugno

Mobili: foto dell'entrata del Salone del Mobile a Milano.Archivio.
Il Salone del mobile a Milano in un'immagine d'archivio.

MILANO.  – Il Covid e la sua variante Omicron cambiano il calendario del Salone del Mobile di Milano. La rassegna slitta da aprile (era in programma dal 5 al 10) a giugno, nella seconda settimana dal 7 al 12.

Una decisione presa dal cda di Federlegno Arredo Eventi, in accordo con Fiera Milano, per organizzare una sessantesima edizione che “rispecchi in pieno il valore della manifestazione”.

D’altro canto l’impennata della pandemia non fa sconti con diversi eventi rimandati o rimodulati in Italia. É il caso di  Mido, la fiera nei padiglioni di Rho Fiera Milano dedicata all’ottica, spostata da febbraio al 30 aprile- 2 maggio. Così come a Bologna per Marca riprogrammata al 12 e 13 aprile. Ma anche a Firenze per la 15/a edizione del Salone Immagine Italia  e a Riva del Garda per ‘Hospitality-Il salone dell’accoglienza’, entrambe posticipate a marzo.

“La data di giugno favorirà  una forte presenza di espositori e operatori stranieri, da sempre punto di forza del Salone, e garantirà alle aziende partecipanti – spiega Maria Porro, presidente del Salone del Mobile.Milano – i tempi giusti per progettare al meglio la propria presenza in fiera che, come sappiamo, richiede mesi di preparazione, dall’ideazione all’allestimento finale”.

Lo slittamento “è una decisione che permetterà lo svolgimento della fiera in totale sicurezza e, a tutti i buyer, non solo italiani ed europei, di vedere dal vivo il meglio delle creazioni delle aziende del design la cui alta adesione dimostra quanto il settore riconosca alla manifestazione il grande valore in termini di posizionamento e di business”, sottolinea Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo.

Fiera Milano è già pronta ad ospitare la rassegna. “L’edizione dello scorso settembre ha sancito la ripartenza del sistema fieristico. Vogliamo che questa sia l’edizione della conferma della rinascita del Paese”, afferma l’amministratore delegato e dg, Luca Palermo. E farà la sua parte anche Fondazione Fiera Milano che intende “supportare” Fiera di Milano e Federlegno, assicura il presidente, Enrico Pazzali.