Baseball: gli Yankees conoscono bene il talento del “gentil sesso”

Rachel Balkovec la prima donna che allenerá una squadra maschile. Foto cortesia

CARACAS – In una famosa canzone di Zucchero dedicata alle donne ci dice: “Negli occhi hanno gli aeroplani, Per volare ad alta quota, Dove si respira l’aria, E la vita non è vuota”, i New York Yankees conoscendo la grinta del “gentil sesso” hanno sempre puntato su di loro.

Pochi giorni fa, i denominati “Bombardieri del Bronx” hanno designato Rachel Balkovec (34 anni) come manager dei Tampa Tarpons, squadra che milita nella Low-A (il quarto livello della Minor Baseball League) affiliata ai ben più celebri New York Yankees.

La Balkovec, allena già da più di dieci anni ad altissimi livelli e è la prima donna ad essere stata scelta come manager di un team professionistico. Per la giovane allenatrice é un ottimo test che aiuterà ad arricchire il suo palmares personale e chissà che un giorno non la vedremo sulle prestigiose panchine in Major.

Ma la formazione della “Grande Mela” non é nuova a questo tipo di iniziative con le donne. Infatti, in passato una ragazza addirittura a inflisse uno strikeout a due campionissimi come Lou Gehrig e Babe Ruth.

Virne Mitchell osservata speciale di Babe Ruth.

La sportiva in questione si chiamava Virne Mitchell, che aveva la passione per il baseball e che grazie alla sua abilità riuscì ad essere messa sotto contratto dall’Engel, formazione doppio A di Yankees, diventando la prima donna che giocava con una squadra professionista. Il suo manager aveva visto negli allenamenti che questa ragazza aveva un equilibrio perfetto nei suoi lanci e così decise di lanciarla nella mischia il 28 marzo 1931. Quel giorno, la sua squadra affrontava in amichevole i prestigiosi Yankees, la Mitchel subentrò ad un suo compagno al momento che gli Yankees avevano un uomo in prima base ed un altro in terza e senza out. Il suo primo battitore fu nientemeno che Babe Ruth infliggendogli uno strikeout. Poi é arrivato Gehrig anche lui dovette arrendersi ai colpi della Mitchell. L’ultimo battitore affrontato quel giorno fu, l’italo-americano Tony Lazzeri che riusci ad avere base su ball e la lanciatrice fu sostituita.

Dopo quella giornata, Kenesaw Mountain Landis presidente della MLB annullò il contratto della ragazza e proibì tesserare giocatrici in squadre maschili.

(di Fioravante De Simone / redazione Caracas)