Tunisia: Parigi, inaccettabili violenze polizia su giornalisti

TUNISI – La Francia descrive come inaccettabile la violenza della polizia tunisina contro i giornalisti avvenuta durante le manifestazioni contro il presidente Kais Saied di venerdì scorso.

“Diversi giornalisti, in particolare corrispondenti della stampa francese e internazionale, sono stati vittime di violenze mentre seguivano le manifestazioni che hanno avuto luogo a Tunisi il 14 gennaio 2022. Ciò non è accettabile”, ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri francese in un comunicato stampa.

“La Francia sottolinea il suo attaccamento alla libertà di informazione e alla libertà di stampa, in Tunisia come ovunque nel mondo”, ha aggiunto.

In scene di violenza che non si vedevano nella capitale da 10 anni, la polizia ha caricato i manifestanti, per disperderli, con l’aiuto di cannoni ad acqua e gas lacrimogeni ed ha effettuato decine di arresti con modalità violente. Il Sindacato nazionale dei giornalisti tunisini (Snjt) ha denunciato più di 20 attacchi della polizia contro giornalisti, “individuati poiché indossavano i loro giubbotti press, dichiarando altresì il loro status di giornalisti”.