Elezioni Cgie-Spagna, Mariani: “Il mio impegno per i connazionali”

L'ex presidente del Comites e candidato al Cgie, Pietro Mariani

MADRID – Dopo le elezioni del Comites, il 9 e 10 aprile si eleggeranno i due rappresentanti della Spagna presso il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero. Pietro Mariani, expresidente del Comites, spiega alla Voce le ragioni per le quali si candita a Consigliere, quale sarà il suo programma qualora fosse eletto e l’importanza dell’organismo del quale aspira ad essere membro.

I prossimi consiglieri del Cgie in rappresentanza degli italiani residenti in Spagna, saranno eletti in elezioni di secondo grado, nel corso dell’Assemblea Paese indetta dall’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia e alla quale potranno partecipare i membri Comites, gli eletti e cooptati, e i designati delle Associazioni italiane all’estero registrate nell’albo consolare. Possono candidarsi a Consigliere del CGIE tutti i cittadini italiani residenti da almeno tre anni in Spagna, che non siano già componenti di diritto dell’Assemblea Paese (membri Comites, eletti e cooptati, e designati delle Associazioni italiane all’estero registrate nell’albo consolare). Sono candidabili anche i cittadini non in possesso della cittadinanza italiana. In questo caso, devono essere figli o discendenti di italiani residenti nel Paese da almeno tre anni.

Gli interessati a candidarsi dovranno far pervenire alla rappresentanza consolare di riferimento la scheda di candidatura (scaricare qui Modello A – Modello B) almeno 10 giorni prima della data di svolgimento dell’Assemblea Paese. Per ogni ulteriore indicazione relativamente alle candidature, scrivere al seguente indirizzo mail: segreamb.ambmadrid@esteri.it

Redazione Madrid