Un segnale d’allarme dai mercati valutari dei Futures CME Group

 

  • I rialzi dei tassi della Fed hanno sollevato il dollaro statunitense ad un massimo di 20 anni contro un paniere di sei valute, tra cui l’euro e lo yen.
  • Un euro in deprezzamento può rendere più difficile per la Banca centrale europea combattere l’inflazione

Con i tassi di cambio, tutto è relativo. I mercati valutari stanno inviando alcuni importanti segnali di avvertimento sulla crescita globale e l’inflazione provenienti dai movimenti dello yuan cinese, dell’euro e dello yen giapponese.

Dopo un lungo periodo di stabilità, il recente deprezzamento dello yuan cinese sta segnalando che l’economia cinese potrebbe rallentare più di quanto previsto. Le chiusure di intere città legate al COVID hanno indebolito l’economia. Inoltre, la domanda di esportazione di beni cinesi potrebbe decelerare man mano che gli Stati Uniti e l’Europa escono dalla pandemia e spostano i modelli di consumo verso i servizi e lontano dai beni.

Il messaggio delle tendenze di svalutazione nel 2022 per l’euro e lo yen giapponese riguarda più l’inflazione e non la crescita. Le differenze di politica monetaria sono sotto i riflettori. La Federal Reserve si è mossa per prima per alzare i tassi e prevede di ridurre il suo bilancio. La Banca centrale europea (o BCE) ha ancora tassi d’interesse a breve termine negativi, mentre la Banca del Giappone tiene sotto stretto controllo tutta la curva dei rendimenti con rendimenti obbligazionari non molto al di sopra dello zero.

La debolezza della valuta può essere un condotto di trasmissione per importare l’inflazione dal paese a valuta forte. Cioè, la forza del dollaro che proviene dalle differenze di politica monetaria ha il potenziale di rendere più difficile combattere l’inflazione in Europa e di accendere più inflazione in Giappone di quanto gli analisti prevedono attualmente.

Finora, la BCE e la Banca del Giappone hanno scelto di tollerare il deprezzamento della valuta piuttosto che allontanarsi dalle loro attuali politiche di interesse e seguire l’esempio della Fed.

Qui in basso la evoluzione del Future US Dollar Index CME Group

————————————————————————————————————————

Le osservazioni fatte in questo articolo, le possibili operazioni suggerite o proposte e il materiale fornito sono solo a scopo formativo. In nessun caso costituiscono una consulenza professionale, una proposta di investimento o una raccomandazione operativa. iBroker Global Markets Sociedad de Valores, S.A. non è responsabile per le conseguenze delle informazioni diffuse né può garantire che le informazioni siano accurate e / o complete. I futures e le opzioni sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. I futures e le opzioni non hanno una protezione del saldo negativo e le perdite possono superare il saldo depositato sul tuo conto.

Ogni investitore dovrebbe valutare i rischi degli strumenti finanziari e la sua conoscenza del funzionamento dei mercati prima di negoziare prodotti complessi.

Questo articolo può essere considerato un pezzo pubblicitario di ibroker.es. È possibile consultare ulteriori informazioni sul prodotto nel KID disponibile sul sito web ibroker.it