Primarie in Usa: la Georgia dà uno schiaffo a Trump

Il Presidente Donald J. Trump.
L' ex presidente Donald J. Trump EPA/Oliver Contreras

WASHINGTON.  – Prima batosta importante per Donald Trump alle primarie dei repubblicani in Georgia, lo Stato da 10 milioni di abitanti conquistato per un soffio da Joe Biden nel novembre 2020 e dove, da un anno e mezzo, l’ex presidente ha concentrato i suoi sforzi per dimostrare che le elezioni sono state “rubate” dai democratici.

Il governatore uscente, Brian Kemp, sostenuto da Mike Pence, ha vinto sconfiggendo il candidato appoggiato dal tycoon, l’ex senatore David Perdue. Un punto a segno anche per l’ex vicepresidente contro il suo ex boss in vista di una discesa in campo per la Casa Bianca nel 2024.

La sfida alle primarie in Georgia era particularmente significativa per avere un’idea del futuro del partito repubblicano e soprattutto per capire quanto sarà pesante l’influenza che Trump avrà su di esso da qui alle elezioni di midterm e anche in vista del voto presidenziale fra due anni.

L’ex presidente ci teneva particolarmente che il suo candidato vincesse la corsa per il posto da governatore perché voleva vendicarsi del rifiuto di Kemp di ribaltare il voto delle presidenziali nello Stato. Un altro personaggio nel mirino di Trump era Brad Raffensperger, candidato alle primarie per la carica di segretario generale che nel 2020 si rifiutò di “trovare”  12.000 schede a favore dell’ex presidente. Anche lui è riuscito a battere Jody Hice, il candidato di Trump. Persa anche la sfida per il posto di procuratore generale nella quale John Gordon è stato sconfitto dall’uscente Chris Carr.

É andata meglio ai protegé di Trump nella corsa alle primarie per Camera e Senato, che hanno vinto entrambi. Il controverso Herschel Walker, ex leggenda del football accusato di violenza domestica e molestie nonché di essere troppo poco schierato sui temi del razzismo, sfiderà l’uscente democrático Raphael Warnock per un seggio al  Senato.

Questa è una delle sfide che i repubblicani temono di più per le ombre che aleggiamo sul candidato di Trump, che ha una base elettorale di bianchi conservatori e non è invece amato dai neri, rispetto alla grande popolarità del candidato dei democratici, pastore battista, molto attivo sul tema dei diritti civili.

Alla Camera in Georgia correrà  Marjorie Taylor Greene, una delle fedelissime dell’ex presidente che votò per ribaltare il risultato del voto vinto da Biden. Vittoria anche per Sarah Huckabee Sanders, la portavoce della Casa Bianca di Trump, che ha vinto le primarie repubblicane per il governatore dell’Arkansas.