La nostra Ambasciata in Spagna nel “FuoriSalone” di Milano

MADRID- Si chiama “Mediterranea” l’installazione che, grazie alla nostra Ambasciata a Madrid, parteciperà all’edizione 2022 del “FuoriSalone” di Milano.

“Mediterranea”, è un’opera in plastica riciclata azzurra che evoca un’onda del Mar Mediterraneo, il mare che unisce i due paesi. Realizzata, con l’innovativa tecnica della stampa in 3D, dallo studio LOWPOLY diretto da Gianluca Pugliese, che quest’anno è stato testimonial del design italiano per conto dell’Ambasciata a Madrid, ed eseguita con la collaborazione di Arturo Tedeschi, include tre monitor che descrivono i progetti vincitori della terza edizione del concorso “Il Design”. È realizzata con l’ausilio di bracci robotici, bio-plastiche provenienti dagli scarti della coltivazione delle patate e pigmenti naturali, ed è stata disegnata con software di modellazione parametrica.

Pugliese ha spiegato che la sua intenzione è stata quella di rappresentare il mare che unisce due Paesi, Spagna e Italia, che “hanno molto in comune, a partire dalla storia, dalla geografia, dalle lingue appartenenti alla stessa famiglia, dalla cultura, inclusa quella culinaria, dalle tradizioni artigiane e naturalmente dal design”.

All’interno del “FuoriSalone”, collocato nella suggestiva cornice del cortile d’onore dell’Università Statale nell’ambito della mostra “Design Re-generation” di Interni – Mondadori, “Mediterranea” è stata possibile grazie al sostegno che l’Ambasciata d’Italia ha ricevuto dalla rivista “Interni”, dal Collegio degli Architetti di Madrid (COAM), dall’Associazione dei designer di Madrid-DIMAD, dall’Associazione di Disegno Industriale di Barcellona (ADI-FAD) e dall’Associazione dei Designer della Comunità Valenziana (ADCV).

“Dopo il successo riscosso lo scorso anno con la partecipazione dell’Ambasciata d’Italia a Madrid al ‘FuoriSalone’ con un’installazione composta da tre gabbie rosse evocative del lungo periodo di confinamento, è un motivo di grande soddisfazione potere partecipare anche a questa nuova edizione, con un progetto che ancora una volta permette di tessere una rete di contatti tra scuole di design, centri di architettura, designer, per lo più giovani, in Spagna e aziende e centri di eccellenza nel campo del design in Italia”, ha dichiarato l’Ambasciatore Riccardo Guariglia.

La rivista Interni proporrà ad alcune aziende italiane di realizzare i prototipi dei tre progetti vincitori dell’Italian Design Day, realizzati dalle studentesse Ana Cristina Sánchez, Belén Tenorio e Chiara Vinci. L’aspirazione è quella di creare dei ponti tra la progettualità spagnola ed il saper fare italiano, sempre con un focus rivolto alle tematiche della sostenibilità e dell’economia circolare.

Redazione Madrid