Amarcord: pallone e preghiera, l’influenza dei sacerdoti nel calcio in Venezuela

Qui a Caracas, la scuola dove il calcio l’ha fatto da padrone é il San Ignacio del Loyola che ha avuto una squadra chiamata “Loyola Sport Club”.

CARACAS –  Il paradiso, tra svirgolate e un pallone. Con la sottana e il crocefisso al collo. In Venezuela i sacerdoti non solo hanno portato la devozione verso la religione cattolica, ma anche quella per la palla a chiazze.

Nel lontano 1894, il padre italiano Felice Bergeretti ed i chierici Alfredo Savoia ed Innocenzo Montanari provenienti da Torino arrivarono prima al porto La Guaira e poi si trasferirono alla città di Valencia, nello stato Carabobo. L’anno dopo fondano il colegio Don Bosco. In questa scuola i ragazzi crescono a livello accademico, ma anche a livello sportivo. Anni dopo a Valencia verrà fondato anche il Colegio La Salle dove gli alunni crescono tra calcio e religione.

Nel 1913 nella città di Barquisimeto viene fondato il Colegio La Salle ed anche qui le basi sono la religione cattolica ed il calcio. Stessa storia anche nelle città di Maracaibo e Merida dove vengono fondati la scuola San José ed il San José Fútbol Club.

Per i preti che arrivavano nella “Piccola Venezia” il calcio era un appuntamento di sport e preghiera. Ogni squadra in ogni regione del paese aveva una propia identità, ma a fare da padroni erano due colori: il bianco ed il rosso per la maglietta, gli stessi dell’Athletic Club di Bilbao, squadra di appartenenza dei preti che venivano mandati in Venezuela.

A Caracas, la scuola dove il calcio l’ha fatto da padrone é il San Ignacio del Loyola che ha avuto una squadra chiamata “Loyola Sport Club”.

Il collegio durante la sua storia ha sfornato campioni che hanno arricchito la rosa non solo delle diverse squadre della “Primera división” ma anche della Vinotinto. Un altro sacerdote con un posto nella storia del calcio venezuelano é Carlos  Machimbarrena, promotore del calcio nel San Ignacio a Caracas e  nel San José a Mérida: grazie alla sua devozione per questo sport negli anni ’70 nasce l’Estudiantes de Mérida.

(di Fioravante De Simone / redazione Caracas)