Vari incendi mettono a dura prova i pompieri in diverse zone della Spagna

MADRID — Migliaia di ettari bruciati, alcune località evacuate e vigili del fuoco messi a dura prova da molteplici fronti attivi simultaneamente. Vari incendi si sono sviluppati nelle ultime ore in diverse zone della Spagna, proprio in contemporanea con l’intensa ondata di caldo in cui il Paese è immerso ormai da diversi giorni. Una preoccupazione che ha scatenato allarmi in particolare nelle province di Zamora, in Castiglia e León, e in quella di Lleida, in Catalogna, dove in certi casi le fiamme hanno mostrato un altissimo potenziale esplosivo.

Proprio la Catalogna è una delle regioni dove i servizi d’emergenza sono stati chiamati in causa più volte, con roghi segnalati sia nel nord sia nel sud di questo territorio. Molti sono stati dichiarati “controllati” o “stabilizzati” dai vigili del fuoco nel corso della giornata di oggi.

Come riportato dall’agenzia Efe ed altri media, anche più a sud c’è un incendio che preoccupa: si tratta del rogo sviluppatosi nei pressi della località di Caudiel, in provincia di Castellón dove le fiamme si sono avvicinate pericolosamente alle case: circa 700 persone sono state evacuate.

Nelle ultime ore sono stati evacuati anche visitatori e personale — in tutto oltre 3.000 persone — del parco tematico Pui du Fou, in provincia di Toledo. Anche in questo caso, il motivo è stato la vicinanza di un incendio boschivo. Nella zona sono sono stati attivati 12 mezzi aerei, 14 terrestri e 86 effettivi, secondo le autorità locali.

Ma ad allarmare specialmente è la situazione osservata nella Sierra de la Culebra, una zona della provincia castigliana di Zamora (ovest). Lì, le fiamme hanno bruciato rapidamente 11.000 ettari di terreno, e gli abitanti di otto piccole località, in tutto circa 650 persone, sono stati evacuati. Sul posto sono attivi anche membri dell’Unità Militare d’Emergenza.

“Tutto il nostro sostegno alle regioni che stanno risentendo degli incendi in questi giorni di caldo intenso, e il nostro ringraziamento a tutti gli uomini impegnati per estinguerli. Evitiamo tutti le fiamme. Prendiamoci cura di noi stessi e prendiamoci e dell’ambiente circostante”, ha twittato il premier Pedro Sánchez.

Redazione Madrid