Pisa e New York forever

Il prof. Fortini con alcuni studenti.
Il prof. Fortini con alcuni studenti.

di Raffaele Romano

Che la caparbietà e la forza della Presidente della Association of Italian American Educators (AIAE) Josephine Maietta sia determinante l’abbiamo visto nel nostro precedente articolo “Italiani, all’estero spesso tra i migliori” ma, senza una valida sponda al di qua dell’oceano Atlantico, niente sarebbe stato possibile. Al di qua dell’Atlantico in terra pisana, per completare l’opera, c’è lei: Rossana Filippeschi, direttrice dell’I.L.M.

Orbene due donne hanno la forza di un intero esercito armato di tutto punto. Infatti, con borse di studio finanziate dall’AIAE, ogni anno giungono in Italia dei giovani e delle giovani italo americani/e per lo studio della lingua di Dante con un grande successo ed impegno. Anche questo 2022 ha visto la loro entusiastica, proficua e valida presenza che ha offerto loro un’esperienza unica ed indimenticabile.

Alla ILM, meglio nota come l’Istituto Linguistico Mediterraneo, si insegna italiano con grande successo dal 1981 e lo si fa in una maniera speciale. Infatti, per prima cosa, porta gli studenti in contatto con gli Italiani, con le loro abitudini ed il loro stile di vita tipici della nostra cultura. Senza disdegnare partite di calcetto, gite fuori porta e feste di eventi a tema durante tutto il loro soggiorno in Italia, tour in bicicletta, pranzi o cene in tipici ristoranti Italiani e senza dimenticare i ciclo tour.

Per quanto concerne il Programma Ponte, con cui arrivano in Italia, la direttrice Filippeschi un po’ si schernisce in quanto, giustamente, menziona che senza la partecipazione attiva e proficua di tante personalità delle istituzioni, della cultura e dello sport il risultato, largamente positivo, non si sarebbe potuto raggiungere.

(Pisa è … – Progetto Ponte 2019 ILM & AIAE [extended edition. With the Bocelli family]).

https://www.youtube.com/watch?v=av1NF2JaNiA

 

Borsisti AIAE ricevuti in municipio a Pisa.
Borsisti AIAE ricevuti in municipio a Pisa.

Il 14 luglio scorso, infatti, un gruppo di studenti dello Stato di New York è stato ricevuto dal vicesindaco di Pisa Raffaella Bonsangue per una visita al Palazzo Gambacorti oltre al Presidente della Camera di Commercio di Pisa, Lucca e Massa Carrara dr. Valter Tamburini. Gli studenti partecipanti al Programma Ponte, che si tiene ormai da 23 anni in Italia e negli ultimi 4 a Pisa, si rivolge a studenti della Scuola Superiore e dell’Università, provenienti da famiglie di origine italo-americana.

Il vicesindaco Bonsangue ha salutato gli studenti, accogliendoli in Sala Baleari dove ha illustrato gli affreschi che appartengono alla storia pisana, ed ha scambiato con loro opinioni sulla città di Pisa, augurando infine un soggiorno piacevole e di interesse per gli studi. Poi c’è stato l’incontro con Enrico Di Ciolo, allenatore della Nazionale di Scherma dal 1994 che ha partecipato come Maestro delle Nazionali Italiane a tre Olimpiadi e a molti Campionati mondiali ed europei ed è stato insignito della palma d’argento del CONI ed è anche Cavaliere della Repubblica Italiana al merito sportivo.

Un altro contributo lo hanno fornito i Direttori del Coro del Duomo di Pisa (Riccardo Donati, Claudiano Pallottini, Pietro Consoloni), che hanno permesso a Diana Marie Paunetto, voce della Diocesi di Brooklyn, di cantare nel coro del Duomo durante la Messa domenicale. Un discorso a parte e veramente speciale merita Doady Giugliano per il quale trovare una sola definizione è opera quasi proibitiva. Doady è prima di tutto musicista, compositore ed arrangiatore oltre ad essere un grande virtuoso del piano. Spesso si è esibito anche in concerti di beneficenza con la vocalist Gina Giani ed insieme a lei figurano quali testimonial della Fondazione Arpa.

Ma la poliedricità di Doady si estrinseca, da molti anni ormai, anche e soprattutto nel campo del giornalismo dove ha anche curato la Comunicazione del Primo Festival Mondiale della Robotica ma, soprattutto, nella sua creatura l’Archimedia Communication che, scusate se è poco, offre consulenza strategica, supporto alla comunicazione di direzione, eventi e pubbliche relazioni.

Un altro valido aiuto alla Direttrice dell’ILM è venuto, attraverso Elena di Ciolo, dalla scuola Proscaenium nata nel 2000 che ha l’obiettivo di formare gli allievi in varie discipline artistiche come la danza, la recitazione, il canto e la musica. Hanno completato il quadro per la riuscita del Programma Ponte la Consigliera Comunale Annalisa Cammellini e la fidata e preparata amica della direttrice Rossana Filippeschi: Nadia Marino. In questo quadro potrebbe, se coinvolta maggiormente, essere utile l’organizzazione “Toscani nel Mondo” istituita con Legge regionale 22 maggio 2009, n. 26 e, a tal proposito, va ricordato e sottolineato che finora sono stati 110 i circoli e le associazioni di toscani all’estero che si riuniscono in tutto il mondo.