Vox cerca il successore di Olona in Andalusia

Macarena Olona

MADRID – L’addio alla politica di Macarena Olona è stata nei giorni scorsi tra le notizie più commentate nell’ambito politico. Lo è stata perché, durante la campagna elettorale in Andalusia, la sua candidatura fu al centro della polemica. Come si sa, l’avventura  dell’esponente di Vox, imposta a dito da Madrid che voleva una candidata di “peso” per assicurare il trionfo in Andalusia, si è conclusa con una sconfitta umiliante per l’estrema destra.

In questa occasione il nome di Olona è saltato di nuovo agli onori della cronaca perché Vox è in cerca di un suo successore. Trovare un sostituto non risulta facile. Olona, che ufficialmente ha abbandonato la politica per “ragioni di salute”, è stata una parlamentare dal “verbo” facile. Pochi nella Camera dei Deputati hanno mostrato una oratoria come la sua. Politica dalla battuta facile, è stata una spina al fianco del presidente Sánchez.

Sono tre, per il momento, i candidati ad occupare il suo posto o, almeno quelli che godono delle simpatie di Santiago Abascal, leader del movimento di estrema destra: Juan Cortés, Manuel Gavira e Rodrigo Alonso.

Dei tre aspiranti, Cortés è forse quello con maggiori opportunità. In multiple occasioni, ha manifestato la sua simpatia per il “falangismo”. Presidente di “Vox Sevilla” ha un passato discutibile. È stato il presidente di “Foro Sevilla Nuestra”, un’associazione di estrema destra che, tra le altre cose, organizzava “servizi di pattuglia” per difendere “le priorità dei nostri, di quelli di casa nostra”. Le azioni di questi “servizi di pattuglia” erano rivolte contro gli “immigrati delinquenti e incivili” e contro “commercianti cinesi, bande di mori e violenti”.

Manuel Gavira è il portavoce del Gruppo Parlamentare di Vox nel Parlamento di Andalusia. È stato candidato per Cádiz. Si considerava l’uomo ideale per rappresentare Vox nelle elezioni in Andalusia. Ma a Madrid c’era chi non la pensava così. Ed Olona è stata “inviata” ad occupare quel posto con la certezza che la sua sola presenza avrebbe assicurato il successo dell’estrema destra.

Rodrigo Alonso è forse il meno “papabile”. Imprenditore, è stato Consigliere nel Comune di Antas. Attualmente presiede Solidaridad, il sindacato vincolato a Vox. Una volta, quando ancora non si era reinventato come sindacalista, sorprese affermando che “i ricchi continuano ad essere ricchi e i poveri sempre più poveri” perché “i ricchi lo sono di natura”.

Alonso, sempre prima di essersi convertito al sindacalismo, era stato accusato più volte di di atti vandalici contro la bacheca sindacale nel Parlamento di Andalusia. È stato poi al centro di denunce per la gestione poco trasparente di fondi pubblici. In passato, prima di unirsi a Vox, pare sia stato militante del Partito Popolare.

Se non ci saranno sorprese, è da questa rosa di candidati che Vox dovrà scegliere il successore di Macarena Olona.

Redazione Madrid